Foto ricette antipasti: torta pasqualina

TORTA PASQUALINA

La torta Pasqualina, così come indica il nome stesso, è un piatto tipico del periodo di Pasqua; non è raro, infatti, trovarla sulle tavole durante le vacanze pasquali o come alimento ideale per merende all'aria aperta. È sempre stato un piatto legato alla simbologia pasquale per la presenza delle uova e per il suo caratteristico guscio sottile. Inoltre, la tradizione cristiana prevede che il dolce sia composto da 33 fogli di pasta in riferimento agli anni di Gesù.

Descrizione

Tra le torte salate, troviamo la tradizionale torta Pasqualina, la cui difficoltà di preparazione è media, occorrono 45 minuti per realizzarla ed altri 60 per la cottura. A questo tempo però va aggiunto quello occorrente al riposo dell'impasto, pari a circa un'ora. Il costo è medio e, affinché la torta Pasqualina sia realizzabile da tutte le massaie e cuoche, anche le meno esperte, questa versione della ricetta verrà realizzata solo con 4 veli di sfoglia.

Ingredienti per 8 persone

per il ripieno:

Per le sfoglie:

Preparazione

  1. Preparate l'impasto per le 4 sfoglie: mescolate farina, acqua e olio in un recipiente capiente
  2. Dividete l'impasto ottenuto in quattro panetti (due dei quali dovranno risultare più grandi)
  3. Lasciate riposare per un'ora
  4. Preparate il ripieno cuocendo bietole o spinaci con la cipolla, l'olio, sale e pepe
  5. Sminuzzate la verdura cotta e mettetela in una ciotola
  6. Aggiungetevi le uova, il formaggio e i condimenti vari
  7. Prendete 2 panetti, diventati sfoglia, e stendeteli sulla base della tortiera
  8. Aggiungete il composto di verdure
  9. Sopra il composto di verdure aggiungete la crema di ricotta
  10. Lavorate in un'altra terrina la ricotta e aggiungete le uova
  11. Create sulla superficie 7 buchi in cui adagiare i tuorli delle ultime uova
  12. Ricoprite con gli ultimi due strati di sfoglia
  13. Create un cordoncino e con la forchetta decorate la superficie
  14. Mettete la vostra torta in forno preriscaldato a 180° C
  15. Lasciate riposare la torta prima di servirla.

Per realizzare la torta Pasqualina iniziate dall'impasto per le 4 sfoglie; 2 serviranno per foderare la base della tortiera e le altre 2 ricopriranno il vostro ripieno. Sciogliete successivamente il sale nell'acqua e, in una ciotola o terrina capiente, mettete la farina aggiungendo l'acqua, infine aggiungete anche l'olio.

Iniziate a lavorare l'impasto all'interno della ciotola o della terrina. Aiutatevi, se necessario con un tarocco o un cucchiaio di legno. Quando tutti gli ingredienti saranno raccolti, trasferite l'impasto su una spianatoia, che avrete leggermente infarinato e continuate a lavorarlo per qualche minuto con le mani: continuate finché l'impasto non diventerà liscio ed elastico.

Proseguite suddividendo l'impasto in 4 panetti. Fatene 2 più grandi, del peso di circa 300 g, e 2 più piccoli del peso di circa 180 g. Copriteli con un canovaccio leggermente inumidito e lasciateli riposare per circa un'ora in un luogo fresco. Nel frattempo, durante la lievitazione dell'impasto, potete occuparvi del ripieno della torta Pasqualina.

Per realizzarlo, fate appassire le bietole o gli spinaci in una padella insieme all'olio e alla cipolla tritata finemente. La scelta del ripieno è a vostro gusto e a quello dei vostri commensali.

Salate, pepate e fate insaporire per qualche minuto il ripieno, quindi spegnete il fuoco. Quando la verdura si sarà intiepidita, lasciatela scolare in un colino. In seguito, sminuzzatela su un tagliere, con un coltello a mezzaluna e trasferitela in una ciotola. Aggiungete 2 uova, il formaggio grattugiato, le foglioline tritate di maggiorana fresca, salate, pepate e amalgamate bene il tutto il composto. In un'altra ciotola o terrina, mettete la ricotta, lavoratela con un cucchiaio o con una frusta da cucina per ammorbidirla e aggiungete 3 uova. Ora mescolate molto bene, per incorporare le uova, una per volta.

Aggiungete altro formaggio grattugiato, una spolverata di noce moscata e un pizzico di sale, quindi mescolate bene il tutto, servendovi come sempre di una frusta da cucina, in modo che il composto risulti piuttosto cremoso e senza grumi. È arrivato il momento di riprendere le sfoglie per la torta Pasqualina. Prendete uno dei panetti da 300 g e tiratelo con il mattarello infarinato, fino a quando diventerà una sfoglia sottilissima. Allargatela con le mani e disponetela sul fondo di una tortiera del diametro di 30 cm che avrete precedentemente spennellato con l'olio. Anche in questa fase allargatela bene con le mani.

La sfoglia deve aderire perfettamente anche ai bordi della tortiera. Non siate preoccupati se la sfoglia fuoriesce dalla teglia. Questa è una caratteristica peculiare proprio della torta Pasqualina. Spennellate la sfoglia con l'olio, prendete il secondo panetto da 300 g, tiratelo come il precedente con il mattarello e disponetelo sopra alla prima sfoglia. Fate attenzione a fare aderire bene le due sfoglie. A questo punto aggiungete il composto di verdura, livellandolo bene con il dorso di un cucchiaio.

È arrivato il momento di versarvi sopra la crema di ricotta e livellarla. Con il dorso di un cucchiaio praticate 7 conche, una al centro e 6 laterali. All'interno delle conche adagiate i tuorli delle 7 uova rimaste, facendo attenzione a non romperli. Quindi sbattete leggermente i 7 bianchi d'uovo avanzati con un pizzico di sale e versateli per ricoprire la superficie di ricotta. Cospargete a questo punto la torta Pasqualina con il Parmigiano rimasto, dopodiché stendete uno dei panetti da 180 g e coprite il ripieno con la terza sfoglia, che farete più piccola rispetto alle due precedenti; ancora una volta fatela aderire bene alla teglia, premendo con le dita delle mani.

Spennellate anche questa sfoglia con l'olio, dopo di questo tirate l'ultima sfoglia e coprite il tutto, facendo aderire bene la sfoglia come in precedenza. Tagliate ora la pasta che ricade eccessivamente sui bordi, aiutandovi con un coltellino e ripiegatela verso l'interno della tortiera in modo da formare un cordoncino che sigillerà le sfoglie.

Spennellate a questo punto con l'olio la superficie della torta Pasqualina, appiattite bene i bordi usando denti di una forchetta. In questo modo formerete anche un bel motivo decorativo. Ora infornate la torta Pasqualina in forno preriscaldato e ponetela sul ripiano più basso a 180° C per 55 minuti. Se il forno è ventilato a 160° C, per un tempo di 45 minuti. Quando la torta Pasqualina sarà cotta, prima di toglierla dalla teglia, lasciatela intiepidire. Dopo averla tagliata, otterrete delle fette in cui saranno visibili chiaramente lo strato di spinaci e di crema alla ricotta nonché i tuorli d'uovo che risulteranno sodi e compatti. La torta Pasqualina è pronta per la vostra scampagnata del Lunedì Santo.

Potete conservare la torta Pasqualina in frigorifero ben coperta per 3 giorni. Dopo che sarà cotta e completamente raffreddata, la torta Pasqualina può anche essere congelata.

Consigli e curiosità

Gli ingredienti della torta Pasqualina possono subire diverse variazioni. Al posto della ricotta, in Liguria viene utilizzata la prescinseua genovese, simile alla cagliata. Questo ingrediente, però, è molto difficile da reperire fuori dal territorio ligure. Se non vi piacciono gli spinaci, potete sostituirli con biete o erbette, ricordandovi di lessarle prima di passarle in padella.