Frutta e verdura di stagione

Frutta e verdura di stagione

Scegliere di consumare regolarmente frutta e verdura di stagione non significa soltanto assicurarsi il maggior risparmio economico possibile, ma anche sfruttare appieno tutti i benefici che questo tipo di alimenti apporta al fisico a livello di fibre, vitamine e altre sostanze utili all’organismo. Infatti, a differenza delle varietà primaticce e tardive, ortaggi e frutta di stagione possiedono un sapore più intenso e conservano intatte tutte le più importanti proprietà nutritive, portando sulla vostra tavola una quotidiana dose di benessere e salute.

Vediamo quindi insieme quali sono le componenti di frutta e verdura di stagione che più sono utili alle naturali funzionalità del corpo umano:

  • Antiossidanti: in caso ne abbiate spesso sentito parlare ma non abbiate mai capito di cosa si trattasse, si definiscono antiossidanti tutte le sostanze che - in virtù della propria composizione fisica e chimica - siano in grado di contrastare l’azione negativa dei radicali liberi e di combattere l’invecchiamento cellulare. Potete trovarli in molte varietà di ortaggi differenti - dal peperone alla zucca - e sono presenti in un’elevata concentrazione anche nella buccia di frutti come la mela e l’uva. Gli antiossidanti hanno anche il vantaggio di donare tono ed elasticità alla pelle, regalando a chi li assume con regolarità un aspetto più giovane e sano;
  • Fibre: come nel caso degli antiossidanti, anche le fibre sono contenute per lo più nella buccia degli alimenti, che per questo non dovrebbe essere scartata al momento del pasto, ma anzi considerata una preziosa fonte di benessere. Infatti, queste sostanze favoriscono la digestione e regolarizzano le naturali funzioni intestinali. Tuttavia, i vantaggi a cui andrete incontro consumando alimenti ricchi di fibre come finocchi e carote non finiscono qui, perchè potrete anche allontanare il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, tenendo sotto controllo il livello di colesterolo e di glucosio nel sangue. Inoltre, se siete a dieta e volete smaltire un paio di chili di troppo, assumere durante e in mezzo ai pasti frutta e verdura di stagione rallenta l’assorbimento di zuccheri e grassi e aumenta il senso di sazietà;
  • Acqua: si tratta di un elemento che molto spesso viene sottovalutato, ma che in realtà è fondamentale per il benessere interiore ed esteriore del fisico. Infatti, l’acqua favorisce l’eliminazione delle sostanze di scarto dell’organismo, favorisce la lubrificazione delle articolazioni e aiuta a mantenere il tono e l’elasticità della pelle. Se volete incrementare la quantità di liquidi assunti durante il giorno, scegliete frutti come l’anguria e il pomodoro, ma anche ortaggi come cetrioli e ravanelli. Infatti, frutta e verdura di stagione hanno una polpa particolarmente ricca di acqua e possono arrivare a garantivi fino al 30% del fabbisogno idrico giornaliero;
  • Sali minerali: se soffrite di una carenza di ferro o potassio la soluzione potrebbe essere includere nella vostra dieta un maggiore quantità di banane, spinaci o altre varietà di frutta e verdura di stagione. In questo modo, potrete donare al vostro corpo un’utile scorta di sali minerali, indispensabili al benessere del fisico, eliminando la necessità di assumere integratori;
  • Zuccheri naturali: la frutta di stagione possiede il suo caratteristico sapore intenso grazie al fruttosio, uno zucchero semplice che - rispetto al glucosio - viene assimilato dall’organismo più lentamente: in questo modo, costituisce una riserva di energia pronta per essere bruciata e naturale al 100%. Questo elemento è tipico di alimenti dalla polpa zuccherina quali pesche, fichi e ciliegie, ma anche di ortaggi come peperoncini e carciofi;
  • Vitamine: oltre ad avere un gusto più deciso, frutta e verdura di stagione sono molto ricche di vitamine, composti organici che rivestono - all’interno del corpo umano - diverse funzioni. Quella di tipo C, ad esempio, abbonda in agrumi come kiwi e arance e serve a rafforzare le difese del sistema immunitario, proteggendo da virus e infezioni batteriche. La vitamina A invece mantiene sana la pelle e aiuta la crescita delle ossa: potete trovarla in abbondanza in frutta e ortaggi dal colore aranciato, come carote e zucca.

Appare quindi evidente che rispettare i ritmi di Madre Natura scegliendo di consumare con regolarità frutta e verdura di stagione non vi porterà soltanto un risparmio economico, ma sul lungo periodo vi donerà anche notevoli vantaggi a livello di salute.

La frutta di stagione

Sono sempre di più le persone che scelgono di portare in tavola la frutta di stagione, non soltanto perché costituisce una scelta che favorisce i produttori a km 0, ma anche per le proprietà indiscusse di questi alimenti. Infatti, consumare i cibi nella stagione in cui vengono naturalmente prodotti dalla natura, assicura la possibilità di massimizzarne i vantaggi nutrizionali per il nostro organismo. Per questo motivo, è importante abituarsi a scegliere diverse varietà di frutta in base al periodo dell’anno: vediamo quindi quali sono le migliori alternative per ogni mese e quali benefici hanno questi prodotti sull'organismo.

Gennaio

  • Arancia: ricco di vitamina C, questo frutto ipocalorico aiuta a rafforzare le difese immunitarie e a proteggere l’organismo da virus ed infezioni. Inoltre, possiede un’elevata concentrazione di calcio e magnesio, rivelandosi la scelta perfetta se soffrite di una carenza di questi sali minerali;
  • Melograno: di origine iraniana, il melograno viene coltivato fin dai tempi più antichi in tutti i Paesi mediterranei. Il suo sapore acidulo può risultare poco gradito ai bambini, tuttavia questo frutto è ricco di vitamina A e B e grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antitumorali è utile a chi è soggetto a disturbi cardiovascolari

Febbraio

  • Mandarino: deve il proprio nome all’origine orientale, nonostante - dalla fine del XVII secolo - sia presente sulle tavole della maggior parte d’Europa. Si tratta di un frutto ad alto contenuto zuccherino e, per questo motivo, deve essere consumato con moderazione, soprattutto se soffrite di diabete;
  • Mandarancio: ibrido tra il mandarino e l’arancio, questa varietà è particolarmente ricca di proprietà anti infiammatorie, rivelandosi un vero toccasana in caso di influenza.

Marzo

  • Cedro: grazie all’alta percentuale di antiossidanti, questa varietà di agrume può aiutare a combattere cistiti e disturbi renali, oltre ad essere spesso utilizzato dall’industria cosmetica come principio attivo di prodotti contro la cellulite;
  • Pompelmo: proprio come il cedro, anche il pompelmo appartiene alla famiglia degli agrumi ed è per questo in grado di combattere le infezioni batteriche e virali grazie alla sua elevata concentrazione di vitamina C.

Aprile

  • Pera: frutto di origine molto antica, è disponibile sul mercato in decine di varietà diverse, in modo da adattarsi ai gusti più disparati. Grazie al suo sapore delicato e alla sua facile digeribilità, questo frutto è indicato anche per i bambini sopra al secondo anno di età;
  • Limone: originario dell’India, questo agrume in Italia viene coltivato soprattutto nel Meridione grazie ai climi favorevoli, ma ne esistono numerose varietà vivaistiche diffuse nella zona della Toscana. Grazie alla sua particolare composizione chimico-fisica, il limone è in grado di donare al vostro corpo fino al 35% del fabbisogno giornaliero di vitamina C, confermandosi come il frutto di stagione più utile al corpo umano.

Maggio

  • Fragola: già conosciuta all’epoca degli antichi Romani, la pianta della fragola non necessita di particolari cure e per questo può essere coltivata anche nel giardino di casa o sul terrazzo. Nonostante il sapore dolce, questo frutto ha un basso contenuto zuccherino e potrete consumarlo - con moderazione - anche se soffrite di diabete;
  • Ciliegia: oltre ad essere uno spuntino sfizioso perfetto per i mesi estivi, le ciliegie possiedono anche numerose proprietà benefiche per il fisico grazie all’elevata concentrazione di sali minerali come fosforo, potassio e ferro.

Giugno

  • Albicocca: questo frutto estivo - goloso e ipocalorico - è molto ricco di vitamina A ed è per questo un utile alleato nella cura della pelle e la crescita delle ossa. Fresco è dotato di una funzione astringente, mentre essiccato ha una funzione lassativa;
  • Susina: l’albero del susino esiste in natura in decine di varietà differenti ed è conosciuto in Italia fin dai tempi degli antichi Romani. Il suo frutto è ricco di sali minerali come fosforo e potassio ed è particolarmente adatto se soffrite di disturbi epatici.

Luglio

  • Pesca: sinonimo per molti delle giornate estive, può essere consumata come un ottimo spuntino sia da sola sia con dello yogurt greco. La sua polpa zuccherina è ricca di vitamine A e C, oltre ad essere dotata di proprietà lassative e diuretiche, in grado di depurare l’organismo dalle sostanze di scarto;
  • Prugna: consumate fresche o secche, le prugne sono ricche di antiossidanti e di fibre e per questo sono perfette per uno spuntino spezza-fame che dia un occhio alla dieta ed uno al gusto.

Agosto

  • Melone: originario dell’Asia, questo frutto è diffuso nel Meridione, dove il clima caldo-umido aiuta la sua coltivazione. Grazie alla sua alta percentuale di ferro, è un fine pasto ideale se soffrite di anemia;
  • Fico: perfetto per le cene d’estate come antipasto o come dessert, il fico ha un sapore molto dolce e, per questo, deve essere consumato con moderazione se siete a dieta. Tuttavia, non possiede soltanto un elevato contenuto calorico, ma anche un’alta percentuale di sali minerali quali potassio, ferro e magnesio.

Settembre

  • Mora: questo delizioso frutto di bosco può essere inserito in macedonie o smoothies o essere gustato da solo, per una merenda ricca di antiossidanti, ferro e vitamine;
  • Fico d’India: diffuso nel Meridione sul finire dell’estate, il fico d’India ha poche calorie e una polpa ricca di fibre, che contribuisce a creare in fretta un senso di sazietà. Per questo motivo, è perfetto per chi vuole perdere peso senza per questo rinunciare a frutta di stagione fresca e dolce.

Ottobre

  • Castagna: per secoli è stato alla base dell’alimentazione contadina in virtù del suo elevato apporto calorico. Grazie all’elevata concentrazione di fibre, costituisce così la scelta perfetta se desiderate combattere la stitichezza e aiutare le naturali funzioni intestinali;
  • Caco: noto anche come diospero viene consumato fin dai tempi degli antichi Greci. È sconsigliato nelle diete dimagranti per via della sua alta percentuale di zuccheri, costituendo al contempo un’ottima soluzione come merenda per bambini, energizzante e saporita.

Novembre

  • Mela: disponibile sul mercato in decine di varietà diverse, è un frutto ricco di antiossidanti, utili a contrastare l’invecchiamento dei tessuti cellulari. Ricordate di consumarla con la buccia per sfruttare appieno tutte le sue proprietà nutritive;
  • Carruba: grazie alla sua proprietà astringente e dimagrante, la carruba può essere un’ottima scelta se cercate un sostituto light del cioccolato. Trattandosi inoltre di un alimento completamente privo di caffeina, può essere adatto anche ai bambini, alle donne in gravidanza e a chi soffre di pressione alta.

Dicembre

  • Ananas: questo delizioso frutto tropicale è dotato di proprietà diuretiche che aiutano la depurazione dell’organismo e combattono la ritenzione idrica alla base della tanto odiata cellulite. Nonostante la dolcezza del suo sapore, l’ananas ha in realtà un basso contenuto calorico, per cui questa frutta di stagione è un ottimo spuntino anche se siete a dieta;
  • Kiwi: originario della Cina, il kiwi è una vera fonte di benessere perché non soltanto è ricco di vitamine e sali minerali, ma contiene anche un’elevata percentuale di fibre utili a creare un senso di sazietà anche in chi sta seguendo una dieta dimagrante.

Consumando queste varietà di frutta nel giusto periodo dell’anno non soltanto andrete incontro ad un notevole risparmio economico, ma potrete anche di sfruttare al massimo tutte le proprietà nutritive più utili al benessere del fisico.

Verdura di stagione

Sempre più numerose sono le famiglie che decidono di inserire all’interno della loro dieta le verdure di stagione. In un mondo dove ormai tutto è reperibile in qualsiasi tempo e luogo, il cibo sano e genuino sembra stia riacquistando il suo primato. Il ritorno alla terra, il rispetto del suo ciclo di vita e l’emarginazione dei prodotti OGM sono ormai scelte sempre più evidenti da parte dei consumatori, i quali preferiscono portare in tavola cibi genuini e ricchi di valori nutritivi. Infatti, la verdura di stagione è ricca di benefici per il nostro organismo: dalle vitamine agli antiossidanti, dai principi attivi ai sali minerali.

Sapersi orientare tra le diverse varietà di verdura è indispensabile per chiunque voglia fare una spesa consapevole: scopriamo insieme le migliori alternative, mese dopo mese, quali siano i benefici delle verdure di stagione e quali scegliere.

Gennaio

  • Carciofo: delizioso in ogni ricetta, povero di calorie e ricco di ferro, il carciofo è consigliato spesso dai nutrizionisti per le sue proprietà antiossidanti e drenanti. Ricco di vitamine e sali minerali, è un ottimo alleato contro la cellulite, il diabete, il colesterolo e l’ipertensione;
  • Spinacio: leggendariamente simbolo della forza, lo spinacio ha proprietà antitumorali e depurative che lo rendono il “leone dell’orto”. Non a caso, rappresenta da sempre una scelta primaria per le sue proprietà nutritive e la sua ricchezza di ferro e calcio.

Febbraio

  • Cavolo: cavolfiore, cavolo cappuccio, cavolo verza, cavolo nero, cavolo broccolo. Tante varietà per tutti i gusti. Ricco di vitamina C, acido folico e potassio, il cavolo ha un alto indice di sazietà e, allo stesso tempo, un modico contenuto calorico che rendono questa verdura di stagione sempre molto presente all’interno delle diete dimagranti. Infine, come sottovalutare le sue ottime proprietà digestive e immunitarie;
  • Cicoria: un alimento leggerissimo, composto perlopiù da acqua, è ideale per diete depurative e disintossicanti grazie alle sue proprietà diuretiche e digestive. La cicoria non solo non è calorica, ma è anche ricca di sali minerali - come potassio, calcio, fosforo, sodio, zinco e ferro - e vitamine.

Marzo

  • Barbabietola: la sua storia è antica e risale al mondo greco, dove era utilizzata per scopi curativi, solo successivamente divenne famosa per la sua produzione di zucchero. Ricca di zuccheri ma poco calorica, la barbabietola ha proprietà antitumorali, fa bene al sistema circolatorio e non solo facilita l’eliminazione dei grassi ma essendo produttrice di serotonina ha proprietà antidepressive;
  • Cime di rapa: ricche di calcio e sali minerali, le cime di rapa sono una verdura caratteristica soprattutto del sud Italia, tanto che la produzione si concentra quasi totalmente tra Lazio, Campania e Puglia. La forte presenza di acido folico le rende un alimento utile soprattutto in casi di gravidanza.

Aprile

  • Ravanello: tradizionalmente utile per conciliare il sonno, i ravanelli facilitano il rilassamento del sistema nervoso e dei muscoli. Questo ortaggio può essere utilizzato anche come ingrediente per infusi e decotti per attutire il mal di gola e la tosse;
  • Finocchio: noto da sempre per le sue proprietà depurative e digestive, il finocchio è quel tipo di alimento che non stona mai: nelle insalate e nelle tisane, grigliato o gratinato risulta sempre buono e leggero. 

Maggio

  • Asparago: la sua stagione è davvero breve ma i suoi benefici sono molto più decisi, gli asparagi hanno proprietà incomparabili. Sono da sempre alleati del cuore e del sistema nervoso, inoltre, rappresentano un supporto contro i problemi di diuresi e ritenzione idrica;
  • Rucola: piene di fibre e calcio, la rucola è un’alleata del fegato e delle diete. Le sue proprietà carminativa favoriscono l’espulsione dei gas intestinali e il rafforzamento del sistema immunitario.

Giugno

  • Melanzana: tra gli alimenti preferiti degli italiani, la melanzana è deliziosa in ogni sua varietà. Pochi sanno che al suo gusto irresistibile si affiancano anche tanti benefici. Infatti, le melanzane sono ricche di potassio, fosforo, magnesio e una buona quantità di vitamine che aiutano a combattere il colesterolo. In più come ogni alimento dal colore violastro è un ottimo antiossidante;
  • Zucchina: cruda, grigliata, alla scapece o bollita, le zucchine sono sempre squisite e leggere. Ottime per le diete ipocaloriche e per la diuresi. La loro alta digeribilità e le loro proprietà le rendono utili in caso di stitichezza. 

Luglio

  • Peperone: originario dell'America Meridionale e delle Antille, è ricco di vitamine e potassio. Consigliati per il controllo del peso, ma soprattutto per la presenza all’interno della loro buccia di una sostanza chiamata capsaicina che porta con sé proprietà anti-batteriche, anti-diabetiche, analgesiche e anti-tumorali;
  • Lattuga: utile per la digestione e capace di idratare il nostro corpo, la lattuga - chiamata più comunemente insalata - è uno degli alimenti basici di ogni famiglia o dieta, utilissima in casi di sovrappeso e sfiziosa con i più svariati condimenti.

Agosto

  • Pomodoro: il pomo d’oro - tipico della stagione estiva - è un alimento ricco di proprietà antiossidanti e antitumorali. Grazie alla sua composizione, è un prezioso alleato contro i reumatismi e in caso di infiammazioni;
  • Carota: ricca di carotene e dunque vitamina A, le carote sono consigliate per l’alimentazione infantile grazie al fatto che facilitano l’assorbimento dei liquidi a livello intestinale. Inoltre, agiscono positivamente sul sistema cardiovascolare.

Settembre

  • Porro: condimento simile ad aglio e cipolla, il porro è un antiossidante naturale che ha proprietà diuretiche. Di solito si consuma la parte bianca, mentre quella verde - di solito di scarto - è ottima per minestre e vellutate e rappresenta inoltre quella più ricca di vitamine.
  • Porcino: fine settembre e inizio ottobre è il periodo perfetto per la raccolta dei funghi porcini, dal sapore intenso e dalla corposità carnosa. I funghi mantengono gli stessi valori nutritivi anche successivamente all'essiccazione (da non dimenticare come tecnica per godere di certi gusti tutto l’anno), sono un’ottima fonte di sali minerali e vitamine, alleati del sistema immunitario e cardiovascolare.

Ottobre

  • Zucca: dal colore arancione al sapore delicato, la zucca rappresenta un alimento tipico della stagione autunnale. Povera di calorie e ricca di nutrienti, è utile per prevenire i problemi legati alle vie urinarie maschili e femminili, nello specifico previene dalla cistite e protegge la prostata.
  • Radicchio: utile contro la cattiva digestione, obesità, diabete e la psoriasi; il radicchio è un ortaggio molto utilizzato per creare contrasti di sapori, per il suo gusto un po’ amarognolo, all’interno delle insalate e dei risotti.

Novembre

  • Cardo: particolarmente utile come tonico per il fegato, il cardo alimentare è famoso per le sue proprietà depurative e bruciagrassi. Oltre a ciò, il cardo - tagliato fino ad arrivare al cuore tenero e cucinato in vari modi - ha anche proprietà lassative e anticolesterolizzanti.
  • Topinambur: un alimento consigliato in fase di allattamento, il topinambur è adatto all’alimentazione di anziani e bambini. Il suo apporto energetico e la sua presenza di inulina favoriscono il rafforzamento dell’apparato immunitario.

Dicembre

  • Broccolo: è spesso il “tallone d’Achille” di molte madri che conoscendone i benefici, inserisco questo ortaggio all’interno dell’alimentazione dei figli. Ma cosa contengono i broccoli e perché ci sforziamo tanto di incoraggiare i nostri figli a mangiarli? Fosforo, ferro, calcio e potassio sono solo una parte delle proprietà di questa verdura, a ciò si aggiungono vitamine, fibre e sulforafano, quest’ultimo previene la crescita delle cellule tumorali ed elimina le scorie.
  • Erba cipollina: anche se coltivabile tutto l’anno, l’erba cipollina è tipica della cucina francese, ma sempre più compare nei menu italiani. Ricca di vitamine e sali minerali, poco calorica e con proprietà diuretiche, questa erba aromatica può essere un’ottima sostituta di alcuni condimenti, magari meno salutari.

Come abbiamo potuto vedere, ogni verdura presenta delle proprietà nutritive che vale la pena sfruttare. Fatta questa premessa risulterà chiaro che, scegliere la verdura di stagione, deve essere una prerogativa essenziale alla base di un’alimentazione sana e genuina.