Foto ricette antipasti: cocktail di gamberi

COCKTAIL DI GAMBERI

Il cocktail di gamberi è tra gli antipasti più in voga degli anni '80, ma ancora oggi non ha perso il suo fascino. Particolarmente adatto alle festività e ai buffet in piedi, è un piatto facile e veloce da realizzare. Il sapore dei gamberi, unito a quello deciso della salsa rosa rendono il cocktail di gamberi un piatto adatto a tutte le età. Inoltre si adatta perfettamente alle esigenze di coloro che sono intolleranti al lattosio: infatti potrete realizzare la maionese senza uova per venire incontro ai vostri ospiti.

Descrizione

La ricetta del cocktail di gamberi si basa su due ingredienti: la maionese e la freschezza dei gamberi. L’origine della prima è molto discussa e poco certa: alcuni infatti sostengono che sia originaria della città spagnola Mahon dove il duca di Richelieu, alla metà del XVIII secolo la inventò unendo olio e uova a crudo. Altri al contrario sostengono che debba il suo nome a un termine francese mayeau che indica proprio il tuorlo d’uovo.

Per quanto riguarda i gamberi, è forse superfluo sottolineare che, per realizzare un cocktail di gamberi da chef, si debbano utilizzare prodotti freschi e di qualità. Bandite quindi dalla vostra cucina i gamberetti surgelati, o - ancora peggio - quelli in salamoia.

Uno dei segreti per lasciare i vostri ospiti a bocca aperta è saper presentare in maniera scenografica il vostro piatto. In questo senso il cocktail di gamberi si presta particolarmente bene all’impiattamento. Potrete infatti servire questo primo piatto sia su una conchiglia ricoperta da una foglia di lattuga (opportunamente lavata e asciugata) oppure in coppette e bicchieri da cocktail appunto.

Ingredienti per 4 persone

  • Gamberetti 400 g
  • Misticanza o lattuga q.b.
  • Maionese 250 g
  • Ketchup 120 g
  • Salsa Worcestershire 5 g
  • Senape 10 g
  • Cognac 10 g

Preparazione

  1. Unite maionese, ketchup, senape, salsa Worcestershire e cognac in una ciotola
  2. Fate cuocere i gamberetti al vapore
  3. Amalgamate i gamberetti con la salsa
  4. Tagliate l’insalata sottile
  5. Preparate le coppette: uno strato di insalata, un po' di gamberetti a lato e al centro la salsa preparata.

Per cominciare, in una ciotola, mescolate bene la maionese, il ketchup, la senape, la salsa Worcestershire ed il cognac, fino a creare una salsa liscia ed omogenea. Lavate i gamberetti e fateli cuocere per pochi minuti, preferibilmente al vapore per conservare al meglio il colore ed il sapore. Scolateli e fateli raffreddare. A questo punto adagiateli in una ciotola dove andrete ad aggiungere tre quarti della salsa preparata in precedenza, amalgamando bene. È arrivato il momento di preparare le coppette: mettete dell’insalata tagliata sottile e conditela come preferite (consigliamo di aggiungere un filo d’olio e sale). Ora aggiungete qualche cucchiaio di gamberetti e in ultimo la salsa che avete tenuto da parte. Per una preparazione originale, potete servire la salsa su una foglia di lattuga o radicchio. Per chi volesse osare un sapore più sfizioso, potrete aggiungere alla preparazione accanto ai gamberetti anche la polpa di granchio.

Consigli e curiosità

Tra il 1960 e il 1980, il cocktail di gamberi è stato uno dei piatti più conosciuti e apprezzati in tutta la Gran Bretagna, da dove si è diffuso nel resto del mondo nelle varianti più diverse. In Nord America questo primo piatto diventa molto rosso perché il pomodoro viene sostituito con il ketchup e un pizzico di rafano, mentre in altri Paesi la salsa diventa più rosa, grazie alla miscela di ketchup o salsa di pomodoro insieme alla maionese, da qui il nome di salsa Marie Rose. Di questo antipasto vintage, si trovano moltissime varianti. La ricetta originale prevedeva l’utilizzo degli scampi; tuttavia, dal momento che questi ultimi sono molto costosi, vengono spesso sostituiti dai gamberi.

Per dare un gusto più deciso al vostro cocktail di gamberi, aggiungete avocado e paprika: il primo ingrediente infatti sostituirà a tutti gli effetti la maionese. Il procedimento è molto semplice: prima di tutto sbucciate il frutto, privandolo del nocciolo centrale, quindi frullatelo nel mixer con il succo di un lime, sale, pepe e olio extra vergine d’oliva. Aggiungete alla salsa ottenuta dalla paprika e versatela sui gamberi, mescolando bene. Preparate le coppe di vetro con la lattuga, unite la salsa con i gamberi e a piacere decorate con prezzemolo tritato.

Un aspetto fondamentale per ottenere il migliore risultato possibile del cocktail di gamberi è saper pulire i gamberi. Ecco come fare: tenendo fermo il gambero con una mano, con l’altra dovrete staccare la testa dal corpo, tirandola adagio ma con decisione. Se il gambero è molto fresco è possibile che la vena intestinale venga estratta contemporaneamente, altrimenti aiutatevi con uno stuzzicadenti per estrarla del tutto. A questo punto, rimuovete il guscio: per una presentazione speciale (come nel caso del cocktail di gamberi) potete lasciare, in fase di pulizia, la parte terminale della coda). Se volete un’alternativa alla classica preparazione con la coppetta di vetro e l’insalata, potete utilizzare il cocktail di gamberi per farcire dei cestini di pasta sfoglia. Potete utilizzare dei vol au vent, oppure preparare dei cestini, realizzando dei dischi di pasta sfoglia con i quali andrete a foderare degli stampini da muffin. Una volta cotti in forno e fatti raffreddare, versate dentro la salsa con i gamberi.

È vero, la maionese è molto buona ma non è molto leggera, anzi! Se siete a dieta o se semplicemente volete un piatto privo di grassi, potete preparare una salsa rosa light sostituendo la maionese con lo yogurt greco e aggiungendo il ketchup, il succo di limone ed un pizzico di sale.