Foto ricette antipasto: gazpacho

GAZPACHO

Il gazpacho o meglio il gazpacho andaluso, proviene dalla penisola Iberica. Si tratta di uno tra gli antipasti con una bassa difficoltà di preparazione.
Il gazpacho deve essere raffreddato prima di servirlo. È molto apprezzato specialmente nei paesi a sud della penisola durante la stagione estiva, visto che ha la particolarità di essere servita fredda.
Il gazpacho, dopo aver oltrepassato la fama regionale e superato i confini nazionali, è finito per diventare, come tante altre pietanze, il simbolo di profumi e sapori di un paese che vanta una tradizione culinaria intrigante: l'Andalusia, terra spagnola.

Descrizione

La caratteristica di essere una zuppa fredda è talmente ricercata che, a volte, si tiene ad accentuarla e vengono aggiunti dei cubetti di ghiaccio durante la sua preparazione. Il gazpacho vanta di avere molteplici varianti e può essere servito sia come cocktail che come zuppa accompagnata da cubetti di cipolla, pane tostato, uovo sodo, cetrioli e pomodoro. Quest'ultima variante è proprio quella che potrete realizzare seguendo questa ricetta.Chi ama viaggiare, adora anche gustare piatti nuovi, quindi non ci rimane che provarlo!

Ingredienti per 1 o 2 persone

  • Pomodori ramati 600 g
  • Cetrioli 200 g
  • Pane raffermo mollica 100 g
  • Peperoni verdi 250 g
  • Peperoni rossi 200 g
  • Cipolla rossa 250 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Aceto di vino bianco 110 ml
  • Olio extra vergine d'oliva 50 ml
  • Sale e pepe q.b.

Per accompagnare la ricetta

  • Cetrioli 300 g
  • Cipolle rosse 200 g
  • Pomodori ramati 300 g
  • Uova (sode) 3
  • Pane (crosta) 40 g

Preparazione

  1. Fate marinare la mollica con acqua e aceto
  2. Frullate tutte le verdure aggiungendo olio, sale e pepe
  3. Setacciate il composto con un panno o apposito setaccio
  4. Unite la mollica strizzata e frullate il tutto
  5. Fate riposare il gazpacho in frigorifero per qualche ora
  6. Cuocete in forno la crosta del pane per 5 minuti
  7. Tagliate a cubetti le verdure con le uova
  8. Mettete tutto in una ciotola e servitele con il gazpacho

Innanzitutto tagliate la crosta dal pane e riponetela da parte, perché in seguito servirà per realizzare i crostini che saranno di accompagnamento.
Ponete, dopo averla estratta, la mollica in una ciotola, copritela con acqua e aceto, quindi lasciate il composto a marinare fino a quando la mollica non avrà assorbito gran parte dei liquidi. È questo il momento di scolarla con un colino e mettetela da parte, in attesa di utilizzarla.
Prendete ora i pomodori: lavateli accuratamente e tagliateli a metà eliminando l’interno, dove si trovano i semini. Sbucciate poi il cetriolo e tagliatelo a rondelle. Sezionate i peperoni verdi e quelli rossi, eliminiamo l’interno con i semi. Quindi poneteli sopra ad un tagliere e riduciamoli a listarelle.
Sbucciate quindi la cipolla rossa e lo spicchio d’aglio, puliteli della buccia e lavateli con cura. Unite quindi tutte le verdure tagliate a pezzetti, come le abbiamo ridotte in precedenza, nel mixer.

Aggiungete un filo di olio extra vergine d'oliva; unite, a piacere, sale e il pepe a piacere. Attivate quindi il mixer fino a che avrete ottenuto un composto denso, liscio ed omogeneo.

Prendete ora una ciotola e setacciate il composto frullato grazie ad un panno o ad un apposito setaccio. Per facilitare la procedura potrete aiutarvi con il dorso di un cucchiaio. In questo modo eliminerete tutti gli eventuali residui di bucce o semi.
Trasferite nuovamente il composto nel mixer e unite adesso la mollica strizzata. Aggiustate eventualmente di sale, pepe o aceto, che dobbiamo sentire lievemente, secondo i vostri gusti. Frullate ancora per qualche secondo fino a quando otterrete un composto liscio ed omogeneo. Mettete ora a riposare il gazpacho in frigorifero per qualche ora.

Mentre il gazpacho si raffredda dell’accompagnamento, tagliate a cubetti la crosta del pane, disponeteli su una teglia rivestita da carta da forno; cospargete con un filo d’olio e infornate per 5 minuti a 200° fino a che non saranno ben dorati. Intanto tagliate a cubetti il cetriolo e il pomodoro.
Portate a bollore le uova, poniamole su di un tagliere e dividiamole a metà. Separiamo i tuorli e tagliamo a cubetti gli albumi. Ora affettate anche la cipolla rossa, trasferite tutte le verdure e il pane tostato a cubetti all’interno di ciotoline.
Non vi resta a questo punto che estrarre il gazpacho dal frigorifero e servirlo freddissimo in bicchieri o in piatti fondi, accompagnato dalle verdure e pane tostato a cubetti.

Consigli e curiosità

Se desideriamo servire il gazpacho come un aperitivo, diluitelo con dell’acqua ghiacciata. In questo modo acquisirà una consistenza più liquida e fresca. Se invece preferite gustarlo come zuppa fredda, magari assieme agli antipasti, sarà sufficiente lasciarlo riposare in frigo per più tempo. Esistono circa 60 versioni di gazpacho. Tra di loro la differenza è soprattutto per il tipo e la quantità di spezie utilizzate. Infatti la quantità di paprika utilizzata, fa molta differenza da una versione di gazpacho all'altra.
La tradizione andalusa usa principalmente ingredienti come: i peperoni, i pomodori e i cetrioli. A questi viene aggiunta ogni volta una quantità variabile di erbe aromatiche di diverso tipo.
Il pane raffermo è un altro ingrediente fondamentale, non vegetale. Il pane raffermo usato viene ammorbidito in acqua e porta una certa gradita cremosità alla ricetta.