Foto dolce: biscotti

BISCOTTI

Il nome biscotto, le cui prime testimonianze risalgono al X secolo, significa "cotto due volte": solo nella fase di cottura avviene la completa eliminazione dell'umidità che si trova all'interno della preparazione. In origine lo zucchero, ingrediente di recente utilizzo in cucina, era sostituito con il miele che, insieme alla cottura in forno, permetteva a questi piccoli dolcetti di mantenersi a lungo.

Descrizione

Gli ingredienti base dei biscotti sono farina, uova, zucchero, burro, ammoniaca per dolci (per garantirne la morbidezza), lievito, aromi. Se la farina è per la maggior parte di frumento, può essere amalgamata con altre componenti secche come farina di mandorla, amaretti, polenta, frutta secca.

Ingredienti per 4 persone

  • Farina 00 220 g
  • Burro 180 g
  • Zucchero 100 g
  • Uova 3 (solo i tuorli)
  • Scorza grattugiata di un limone
  • Sale un pizzico

Preparazione

  1. Disponete su un piano la farina a fontana cui avrete aggiunto un pizzico di sale
  2. Nel buco al centro versate uova, burro e scorza di limone
  3. Impastate con decisione e rapidità
  4. Avvolgete l'impasto nella pellicola e lasciate riposare l'impasto per 30 minuti
  5. Tirate il composto con il mattarello e date la forma ai biscotti
  6. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 10/15 minuti

Accendete il forno a 180 gradi così che arrivi a temperatura. Su un piano disponete la farina a fontana con il pizzico di sale; nel buco al centro versate le uova, il burro e la scorza del limone.
Iniziate a impastare portando verso l'interno la farina e unitela agli ingredienti più morbidi.
Cercate di essere rapidi e decisi. Come capire che l'impasto è pronto? Tutti gli ingredienti devono essere amalgamati correttamente e si devono staccare dalle mani senza sforzo.

Avvolgete l'impasto nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare per 30 minuti. Trascorso questo tempo, su un tavolo cospargete un po' di farina e tirate l'impasto con il mattarello fino allo spessore di 1 cm. Se avete dei taglia biscotti, divertitevi a dare ai biscotti le forme più varie. In alternativa, usate un coppa pasta o un bicchiere per dar loro dimensioni regolari. Disponete i biscotti su una leccarda coperta con carta oleata. Cuocete per 10/15 minuti o comunque fino a che la superficie sarà dorata.

Consigli e curiosità

Il biscotto, non è esclusiva della tradizione occidentale, viene infatti proposto in numerose varianti in ogni parte del mondo. Eccone alcune:

Cialde: la preparazione di base è una pastella che viene cotta su una superficie rovente. Possono essere leggere e croccanti come le tegole valdostane o le lingue di gatto, morbide e soffici come i waffle o i gauffres francesi, sottili ma morbide come le crêpes

Biscotti speziati: via libera ad anice, cannella, chiodi di garofano, pepe, zenzero, noce moscata e vengono spesso addolciti con il miele. Sono comuni nell'Europa Centrale e spesso richiamano con il loro profumo inconfondibile le storie di Santa Claus. Hanno forme divertenti e fantasiose come pupazzetti, animali, Babbo Natale o alberelli. I più famosi sono i mustacciuoli in Italia, gli speculoos che arrivano da Belgio e Germania e che in Olanda hanno la forma di un mulino a vento, i pan di zenzero svedesi a forma di casetta decorata

Biscotti di pasta di mandorla: la tradizione siciliana richiama le sue origini arabe. Ricordiamo anche gli amaretti, i ricciarelli, i canestrelli e la frutta di Martorana. In Spagna troviamo gli almendrados, in Francia i petit fours e in Germania con gli spitzbuben

Biscotti con frutta secca: parliamo dei brutti ma buoni, dei ravioli dolci ripieni di fichi, del pan dei morti per citarne qualcuno in Italia. Oltre frontiera abbiamo i mince pies con frutta secca e brandy in Inghilterra, i kletsskoppen con le nocciole in Olanda e i sanyura in Libano

Frolla: ultima, ma non per importanza, è la regina della pasticceria. La presenza massiccia del burro e la veloce deperibilità ne facevano, in passato, biscotti dedicati alle occasioni importanti