TIRAMISÙ CON LE CLEMENTINE

Il tiramisù è uno dei dolci a cucchiaio più noti della cucina italiana. Sebbene le sue origini siano ancora ignote e reclamate da varie regioni come Veneto, Toscana, Piemonte e Liguria, il tiramisù è ormai talmente apprezzato e presente sulle nostre tavole, che nelle sue varianti appare ancora più invitante.

Descrizione

Un esempio irresistibile di personalizzazione di questa ricetta è il tiramisù con le clementine, una combinazione di prelibatezze in grado di coronare la fine di un pasto o allietare qualunque altro momento della giornata.

Ingredienti per 12 persone

  • Spremuta di succo di clementine  150 ml (circa 6 clementine)
  • Biscotti Savoiardi 400 g
  • Mascarpone 750 g
  • Cioccolato fondente 70% 125 g 
  • Cacao amaro in polvere
  • Espresso freddo 150 ml
  • Grand Marnier 40% 4 cl

Preparazione 

  1. Tagliare una parte delle clementine a rondelle e spremere il succo delle altre
  2. Aggiungete il liquore al succo di clementine
  3. Unite al mascarpone e aggiungete il cioccolato fondente precedentemente sminuzzato
  4. In una terrina preparate uno strato di biscotti con mascarpone e le clementine, poi uno con i biscotti imbevuti nel caffè, mascarpone e una spolverata di cacao amaro
  5. Lasciate riposare in frigo per almeno 2 ore

Tagliate una parte delle clementine a rondelle e spremete le restanti, versante il succo in una ciotola. Cospargete le rondelle di clementine con 1 cucchiaino di zucchero e lasciate riposare per circa 15 minuti. Tagliate il cioccolato fondente a scaglie e unitele al mascorpone, mescolate aggiungendo il succo e il liquore all'arancia.

In una terrina disponete uno strato di biscotti savoiardi e corpitelo con il mascarpone e le clementine a rondelle. Continuate così per 2 strati (o di più, se preferite, aumentando le dosi degli ingredienti). Per lo strato finale, bagnate i biscotti nel caffè e cospargeteli con la crema al mascarpone. Il dolce è pronto e richiede solo l'ultimo tocco: una spolverata di cacao amaro in polvere e scaglie di cioccolato fondente come guarnizione.

Una volta terminata la preparazione, lasciate raffreddare il tiramisù per almeno un paio di ore, ma ricordate di tirarlo fuori dal frigo mezz'ora prima di servirlo.

Consigli e curiosità

Questo dolce a cucchiaio regala un'esperienza sensoriale alquanto irripetibile. Perché quindi non esaltarla al meglio con un vino adeguato? La soluzione migliore è rappresentata da un'etichetta apposita, come un Moscato o il Marsala o ancora un passito. Le note dolci di questi vini sposeranno idealmente la concentrazione zuccherina del tiramisù che risulterà ancora più gustoso e ricco di sfumature.

Per una versione un po' più moderna e pratica, realizzate delle mono porzioni, utilizzando delle coppette o dei pirottini usa e getta. Se volete un dolce più leggero, utilizzate i biscotti Pavesini al posto dei savoiardi e dimezzare la dose di mascarpone, sostituendola con la stessa quantità di yogurt, e guarnite con altre rondelle di clementine invece che con il cioccolato.