Luca Maroni, esperto sommelier di fiducia ALDI

La degustazione secondo Luca Maroni: calcolare la piacevolezza di un vino

ALDI ha scelto Luca Maroni, punto di riferimento della degustazione enologica in Italia, per guidarvi nella scoperta e scelta dei vini presenti in catalogo. Luca Maroni è riuscito a definire la “piacevolezza del vino”, dopo anni di attenti studi, culminati nella sua “analisi sinestetica”, che applica i cinque sensi nella scelta di un vino. L’indice di piacevolezza di un vino considera i parametri che ne definiscono la qualità, ovvero consistenza, equilibrio, integrità, per assegnare un punteggio da 1 a 99.

Nel 1995 è autore di un manuale che teorizza la degustazione consapevole: "Degustare il vino". Luca Maroni nutre totale fiducia nelle capacità dell'uomo, i cui sensi sono in grado di determinare la natura e l'intensità di tutto ciò con cui entrano in contatto. Luca Maroni è anche convinto che alle capacità dell'uomo vada affiancato uno strumento per concludere un'analisi del vino precisa, egli dunque teorizza un metodo per tradurre gli input sensoriali in ambito degustazione, in dati inequivocabili.

Giunto a questo punto, la sua voce in campo enologico è talmente autorevole che l'Enciclopedia Treccani decide di affidargli la definizione della voce "degustazione del vino".

Sulla scia di questi successi, nel 1997 pubblica "Fruttosità del vino", dove indica come la piacevolezza del vino sia determinata dalla somma di equilibrio, consistenza e integrità del gusto di ogni frutto. Lo stesso anno pubblica la prima edizione di quella che diverrà una pietra miliare per il mondo enologico dello stivale: "Guida dei Vini Italiani".

Luca Maroni, punto di riferimento degli amanti del vino

Negli anni, Luca Maroni esporta il suo metodo in giro per il mondo, tenendo seminari negli eventi più autorevoli per i professionisti del settore. Questo percorso culmina nel 2000 con il manuale "Piacevolezza del Vino", una guida per amatori che illustra e spiega il metodo di valutazione vini.

L'esperienza accumulata durante la sua carriera e la sua prospettiva sempre aperta allo studio della materia, gli permettono di redigere, nel 2001, la prima edizione della "Guida dei Vini del Mondo". È con l'inizio del nuovo millennio che Luca Maroni sigla una serie di brillanti collaborazioni con testate editoriali e radiofoniche. Gestisce una rubrica su Panorama, oltre al programma radiofonico di Rai Radio2, "Decanter".

Dopo esattamente 10 anni dalla formula che lo ha reso celebre in tutto mondo, pubblica "Conoscere il Vino", un viaggio alla scoperta della filiera produttiva del vino. Come se non bastasse, un anno dopo, nel 2005, lavora alla stesura di 5 volumi pubblicati in allegato al Corriere della Sera sul tema del vino. Si tratta di una delle pubblicazioni enologiche più lette di sempre. Nel 2007 integra le sue pubblicazioni con "Amare Il Vino - Arte, Natura, Tecnica, Estetica", un volume fondamentale per imparare a conoscere il patrimonio vinicolo italiano.

A partire dal 2008, all'attività di editorialista, il nostro esperto affianca quella di autore televisivo e conduttore con il programma Piacere Vino in onda su Sky. Nel 2015 per LA7D è analista sensoriale per la trasmissione Cuochi e Fiamme.

Luca Maroni è anche il creatore dell'evento SENSEOFWINE, una delle manifestazioni, dedicate al mondo della degustazione del vinov più vivaci e riconosciute.

Alla scoperta della vigna di Leonardo

Come avrete capito, la passione per l'enologia è totalizzante per Luca Maroni, prolungandosi anche in approfondimenti sul tema del vino nella storia. Questo approccio lo ha portato a interessarsi anche a un particolare aneddoto che coinvolge Leonardo da Vinci.

Dopo ben 12 anni di studi infatti, Maroni fu in grado di individuare il luogo esatto dove sorgeva la vigna di Leonardo, possedimento che il genio toscano ricevette in dono dal suo patrono, Ludovico il Moro che desiderava far sentire a casa l'artista toscano. Il giovane vide premiate le sue fatiche per l'immensa opera che è il Cenacolo con una vigna di circa 8.300 metri quadrati, adiacente a Santa Maria delle Grazie.

Con il volume: "Milano è la vigna di Leonardo", Maroni racconta la storia di questo percorso di ricerca e scoperta, e cura la pubblicazione in anteprima mondiale del vocabolario-lemmario di Leonardo. Non sono solo parole, infatti, in occasione di Expo 2015, coadiuvato da un team di genetisti ed esperti del territorio, Maroni riesce ad impiantare la stessa tipologia di uve del vigneto originale, restituendo alla vita la vigna del maestro. A suggellare i suoi omaggi alla memoria del genio toscano Maroni scrive nel 2016: "Leonardo da Vinci: la Vigna Ritrovata".

Per conoscere meglio il nostro esperto puoi accedere al sito www.lucamaroni.com

In 30 anni di attività Luca Maroni è riuscito a degustare più di 350.000 vini, noi di ALDI gli abbiamo chiesto di degustarne alcuni per i nostri clienti. Scopri le proposte!