Bloody Mary Cocktail

BLOODY MARY

Il Bloody Mary è un drink avvolto da una nebbia di mistero: tutti ne hanno sentito parlare, molti lo hanno assaggiato, pochi ne conoscono la storia e, ancora meno, sanno con quali ingredienti viene preparato. Consumato principalmente al mattino, ma ottimo anche per un aperitivo serale, questo drink soddisfa palati di intenditori di tutto il mondo.

Descrizione

Il Bloody Mary, come se fosse un novello poema epico, è protagonista di più leggende che raccontano la sua nascita. Nella maggior parte di queste, però, non si sa dove finisca la storia e dove inizi il mito. La versione più accreditata, tuttavia, lo collega all'idea di un parigino, Fernand Petiot, barman dell'Harry's Bar nei lontani anni '20.

Quando il barman negli '30 si trasferì negli Stati Uniti, ebbe modo di dare spazio alla propria vena creativa inventando il cocktail che, da subito, ha acquisito fama mondiale. Per quanto riguarda la denominazione, invece, potrebbe essere riconducibile a diversi nomi di donna; la più gettonata, in questo caso, sarebbe la regina Maria d'Inghilterra, ricordata come "La Sanguinaria", epiteto che ricorda il colore rosso del cocktail donato dal succo di pomodoro.

Ingredienti per 1 cocktail

  • Vodka 45 ml
  • Succo di pomodoro 90 ml
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Limone ½
  • Ghiaccio q.b.

Preparazione

  1. Versate in uno shaker il succo di pomodoro e il ghiaccio
  2. Poco alla volta unite la vodka e il succo di limone
  3. Mescolate e aggiungete un pizzico di sale
  4. Agitate per 10 secondi
  5. Servite in un bicchiere highball con una spolverata di pepe.

Il Bloody Mary è un drink dalle note decise, il cui gusto è reso inconfondibile dal suo protagonista: il succo di pomodoro. La preparazione, tuttavia, sarà semplice e veloce: in pochi minuti potrete servire un cocktail che stimolerà le papille gustative dei vostri ospiti. Per prima cosa, versate in uno shaker il succo di pomodoro e il ghiaccio. A questo punto, aggiungete poco alla volta la vodka e il succo di limone, precedentemente spremuto.

Mescolate velocemente e aggiungete un pizzico di sale. Agitate il tutto energicamente per circa 10 secondi: ora il vostro drink sarà pronto per essere servito, preferibilmente in un bicchiere highball con l'aggiunta di una spolverata di pepe.

Consigli e curiosità

La leggenda che avvolge il Bloody Mary è riconducibile a Maria Tudor, la regina che condannò a morte centinaia di oppositori protestanti. Tuttavia esistono altri racconti riguardanti l'origine questo sanguinario epiteto; ad esempio quello che vede come protagonista Mary Pickford, famosa attrice dell'epoca.

Molto più macabra, invece, l'horror story che racconta la triste vicenda di una ragazza di nome Mary, appunto, sepolta viva per errore; la leggenda narra che, nel caso in cui si ripeta il suo nome per tre volte davanti allo specchio, il suo fantasma apparirà vestendo i panni di un'assassina e, per la sfortunata vittima, non ci sarà più alcuno scampo.

Il Bloody Mary deve la sua fama internazionale grazie alle svariate citazioni che, negli anni, lo hanno visto protagonista in alcuni film o sit-com. Tra le più famose c'è Il diario di Bridget Jones: ricorderete il gruppo di amiche della spumeggiante protagonista che trascorrono i loro pomeriggi londinesi a consumare il celeberrimo drink. Oppure, nella serie televisiva Ugly Betty, quando l'ispanica Betty lo sorseggia in compagnia di sua madre.