Foto ricette dolce: crema chantilly

CREMA CHANTILLY

La ricetta originale della crema chantilly è una preparazione per dolci che prevede pochi semplici ingredienti e una lavorazione semplice, ma attenta ai particolari.

I francesi riescono a riconoscerla al primo sguardo e a non confonderla con nessuna altra tipologia di crema. La sua versione tradizionale è semplice, ma nello stesso tempo versatile negli utilizzi. Molto apprezzata come dolce al cucchiaio, perfetta come dessert per terminare un pranzo o una cena, si accosta molto bene a vini liquorosi o amari a base di erbe dal carattere digestivo.

Descrizione

Esistono numerosissime varianti della ricetta della crema chantilly, tutte dettate dalla propria fantasia personale nell'ambito della pasticceria e variano in funzione dell'utilizzo che si vuol fare della crema. Il suo utilizzo come guarnizione per bignè o cestini di pasta sfoglia è molto diffusa nell'ambito della piccola cucina dolce.

Esiste anche una ricetta in versione inglese della crema chantilly che prevede in aggiunta gli ingredienti base i tuorli d'uovo, montati con il mixer in maniera molto spumosa.

Ingredienti per 4 persone

Gli ingredienti necessari per questo preparato per dolci sono questi:

  • 400 grammi di Panna fresca Bonlà;
  • 100 grammi di zucchero a velo;
  • 1 baccello di vaniglia o, in assenza, aroma di vaniglia

Preparazione

  1. Lasciate in freezer una ciotola di vetro per circa due ore per farla raffreddare
  2. Versate la panna nel contenitore di vetro ormai freddo e sbattetela con il mixer
  3. Continuate fino a far diventare spumoso il composto
  4. Aggiungete vaniglia e zucchero a velo mentre lavorare il composto
  5. Lasciate riposare la crema per 1 ora in frigorifero

Prima di iniziare la preparazione della crema è necessario assicurarsi che la panna sia ben fredda. per fare questo non bisogna riporla in frigorifero, ma farla raffreddare del contenitore di lavorazione, che deve essere necessariamente in vetro.

La ciotola va raffreddata preventivamente un paio d'ore vuota in freezer prima di iniziare la lavorazione della crema. A questo punto versate la panna liquida dentro al contenitore freddo e iniziare a sbatterla con un mixer, dapprima a bassa velocità per poi via via aumentare l'intensità. Continuate fino a quando avrete ottenuto un composto spumoso.

Nel frattempo incidete il baccello di vaniglia per prelevarne i semi. Il taglio va fatto in maniera precisa e con un coltello dalla punta sottile aiuterà lo svolgimento di questa operazione. A seconda della quantità presente non sarà necessario utilizzarli tutti, ne bastano 6/8 di media grandezza.

Nel caso in cui non abbiate un baccello di vaniglia fresco, possono anche essere utilizzati degli aromi da pasticceria (ovviamente il risultato, a livello di gusto, non sarà identico). Per 4 persone basterà utilizzare 5 gocce di aroma concentrato di vaniglia.

I semi o l'aroma vanno aggiunti alla panna semi montata e sarà necessario continuare a lavorare con il mixer a media velocità per un paio di minuti.

A questo punto potrete aggiungere lo zucchero a velo che deve essere opportunamente setacciato con una retina abbastanza fine. Qualche altro minuto di lavorazione con il mixer a media velocità e la crema sarà ultimata.

Riponete la crema per 1 ora in frigorifero ad una temperatura non troppo bassa prima di servirla, in stampini singoli se gustata come dolce al cucchiaio; può essere utilizzata subito se si stanno preparando bignè o torte guarnite. Si tratta di una crema che va preparata al momento, il tempo di riposo in frigorifero ha lo scopo di renderla leggermente più compatta se degustata in purezza.

Un tempo di permanenza in freddo superiore a quello indicato tenderebbe a smontarla molto facilmente e, trattandosi di una crema molto delicata, non si consiglia di superare i tempi indicati.

Consigli e curiosità

Nella sua accezione 'italiana' la crema chantilly viene molto spesso confusa con la crema diplomatica. Quest'ultima è una crema che si realizza invece dall'unione della crema chantilly nella sua ricetta originale e della crema pasticcera, che viene realizzata con latte, tuorli, zucchero, farina e vaniglia. Le proporzioni utilizzate per la preparazione della crema diplomatica sono 1 / 3 di crema chantilly e 2 / 3 di crema pasticcera. Segue la stessa regola di preparazione della ricetta originale, ossia meglio se preparata al momento e riposta 45 minuti circa in frigorifero a temperatura non troppo bassa.

Il nome della crema chantilly deriva dal castello di Chantilly, dove Francoise Vatel lavorava in cucina nel XVIII secolo. Erroneamente attribuita a quest'ultimo l'invenzione della crema, la leggenda narra che è stata chiamata per la prima volta 'nuvola di latte', subito ribattezzata però con il nome odierno del castello in onore del posto dove è stata preparata la prima volta.

Discostandosi leggermente dalla ricetta originale e aggiungendo altre tipologie di aromi se ne possono ottenere varianti molto utilizzate in ambito pasticceria.