Foto ricette primi piatti: riso alla cantonese

RISO ALLA CANTONESE

Il riso alla cantonese è uno tra i primi piatti di origine orientale che negli ultimi anni è diventato particolarmente caro anche agli italiani. Questo riso però, per come lo mangiamo noi nei ristoranti cinesi in Italia, non rappresenta la ricetta originale, bensì una rivisitazione.

Descrizione

Pare, dunque, che il riso alla cantonese così come lo mangiamo noi italiani, sia una versione occidentalizzata del tradizionale chào fàn, ovvero del riso fritto, una pietanza che risulta essere molto più ricca e difficile da preparare.

Si tratterebbe di un piatto a base di riso basmati e uova strapazzate a cui vengono aggiunte verdure, pesce o carne, e tanti altri ingredienti tante quante sono le varianti.

Noi vi presentiamo una variante che, partendo dalla ricetta base, è stata arricchita di prosciutto e piselli, oltre alla salsa di soia.

Ingredienti per 4 persone

Per condire:

Preparazione

  1. Cuocete il riso in pentola per 10 minuti in abbondante acqua salata
  2. Preparate il cipollotto, il prosciutto cotto e l'uovo
  3. Lasciate raffreddare il riso una volta pronto
  4. Cuocete le uova e poi lasciatele riposare
  5. Rosolate il cipollotto, il prosciutto cotto e aggiungete anche i piselli
  6. Tostate il riso e unite i piselli e gli altri ingredienti
  7. Servite il riso ancora caldo

Per preparare il riso alla cantonese, dovete per prima cosa sciacquare ripetutamente il riso basmati sotto il getto d'acqua fredda. Quando l'acqua che uscirà fuori dalla ciotola del riso sarà limpida, allora saprete che il riso è pronto per passare alla fase di cottura.

Con questa operazione si rimuove l'amido dai chicchi del riso basmati che, così facendo, non si attaccheranno tra di loro. Secondo alcune versioni, però, il riso dovrebbe al contrario essere colloso. Se voi preferite questa variante allora evitate il passaggio.

Trasferite il riso in una pentola molto capiente e copritelo con il doppio della sua altezza di acqua. Quindi aggiungete il sale e coprite con un coperchio. Accendete la fiamma e lasciate cuocere mediamente.

Lasciate cuocere il riso fino a che l'acqua non si sarà completamente assorbita. Sarà necessario aspettare circa 10 minuti ma fate attenzione che ciò non accada prima o il riso si brucerà. Intanto occupatevi di preparare gli altri ingredienti.

Lavate il cipollotto e tagliatelo in sottili rondelle. Se avete preso una fetta intera di prosciutto cotto, allora tagliatela a cubetti. Sbattete in una ciotola a parte le uova per preparare a parte la frittata. Quando il riso basmati avrà finito di assorbire tutta l'acqua, toglietelo dalla pentola e mettetelo in un vassoio basso ma ampio e lasciatelo raffreddare.

Ora scaldate una padella alta antiaderente e aggiungete 3 cucchiai di olio di semi. Ponete all'interno le uova che avete sbattuto in precedenza. Mescolate le uova con una spatola o un cucchiaio di legno per un paio di minuti salando leggermente. Una volta pronte, togliete le uova dal fuoco e trasferitele su un piattino.

Sempre nella padella a fiamma alta, aggiungete altri 3 cucchiai di olio di semi, il cipollotto a rondelle e fate soffriggere per un paio di minuti, mescolando di tanto in tanto. In seguito unite i cubetti di prosciutto cotto e fateli rosolare per 2 minuti.

A questo punto potete unire i piselli e, dopo un paio di minuti, versare la salsa di soia, non smettendo di mescolare. Alla fine di tutto aggiungete il riso, facendolo tostare a fiamma alta insieme al resto degli ingredienti. Togliete la padella dal fuoco e unite le uova strapazzate.

Mescolate per bene per amalgamare, assaggiate e, se necessario, aggiustate di sale e pepe; a piacere potete dare un tocco personale aggiungendo i peperoni. Servite e mangiate il vostro riso alla cantonese ancora caldo.

Consigli e curiosità

Potete conservare il riso alla cantonese in frigorifero per al massimo 2 giorni, chiuso in un contenitore ermetico.

Il riso alla cantonese è una ricetta che può trasformarsi in uno svuota-frigo, da poter arricchire con tutto ciò che vi trovate a disposizione, come pollo, verdure, gamberi, carote, ecc...

Potete anche usare del riso che vi è avanzato nei giorni precedenti da altre preparazioni.

Vi sembra un piatto ricco? E pensare che in Cina lo mangiano come accompagnamento alle portate principali. Ad ogni modo stupirete i vostri commensali anche solo portando in tavola questa splendida portata. Se volete aggiungere un tocco in più, potete servire con le classiche bacchette orientali o preparare un pollo alle mandorle.