Foto ricette secondi piatti: polpette al sugo

POLPETTE AL SUGO

Le polpette al sugo sono una ricetta classica tra i secondi della cucina italiana, un evergreen da mangiare la domenica a casa con la famiglia. Un piatto tradizionale, semplice e gustoso, che annovera varianti in ogni regione d'Italia.

Descrizione

Di polpette al sugo ne esistono decine e decine di tipi, ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le religioni e culture: macinate, tritate, fritte o al forno, con uova o senza uova. E ancora di carne o vegetariane, per vegani o a base di pesce. L'importante è che siano morbide e gustose al palato.

Ingredienti per 6 persone

Per il sugo

Preparazione

  1. Unite le due carni
  2. Aggiungete la mollica di pane
  3. Aggiungete aglio e prezzemolo
  4. Aggiungete il parmigiano e le uova
  5. Ottenete delle sfere
  6. Friggete le polpettee scolatele su carta assorbente
  7. Preparate il sugo
  8. Aggiungete le polpette

Dopo aver acquistato le due tipologie di carne, chiedete al vostro macellaio di macinarle insieme. Aggiungete alla carne tritata la mollica di pane, che avete precedentemente sbriciolato. Se il pane è eccessivamente duro è possibile bagnarlo con acqua. Insieme potete tritare aglio e prezzemolo.

Aggiungete il sale e pepe, il parmigiano grattugiato e le due uova. Amalgamate il tutto fino ad ottenere un impasto compatto e omogeneo. Se dovesse risultare troppo duro, è possibile aggiungere un po' di latte.
Dividete l'impasto e formate delle sfere della grandezza desiderata, secondo i propri gusti. Si dovrà procedere poi alla frittura delle polpette di carne. Impanate con un leggero strato di farina e mettere a riscaldare l'olio, di semi o d'oliva. Aspettate che l'olio arrivi a temperatura e immergete le polpette. Quando saranno dorate, estraetele dalla padella e ponetele su un foglio di carta assorbente ad asciugare.

Nel frattempo, in un tegame, preparate un soffritto con cipolla, carota e sedano. Quando inizia a scaldarsi, insaporite con il basilico aggiungete i pomodori maturi e già pelati, se usate quelli freschi, o una confezione di polpa. Lasciate cuocere per almeno 5 minuti. Se necessario si può unire un po' di acqua per rendere il sugo meno denso. Aggiungete poi le polpette, coprite il tegame con un coperchio e lasciate insaporire per bene per una ventina di minuti, o fino a quando non abbiano assorbito una parte del sugo.

Consigli e curiosità

Le polpette al sugo sono un ottimo espediente per non buttare via nulla e recuperare il pane raffermo. Possono essere anche conservate in frigo per qualche giorno e riscaldate. Saranno buone lo stesso. È possibile anche congelarle, sia cotte che crude, per poi utilizzarle successivamente. L'importante è che, nel momento in cui si preparano, gli ingredienti siano freschissimi e non decongelati.
È nella seconda metà del 1400 che il termine polpetta appare per la prima volta in un trattato di cucina. Viene infatti citato nel capitolo I del libro "De Arte Coquinaria" di Maestro Martino, cuoco del camerlengo patriarca di Aquileia. Non si tratta ancora di una vera e propria polpetta, quello che viene descritto sembrerebbe piuttosto un involtino. La polpetta come la intendiamo oggi appare intorno alla seconda metà del '600.