Foto ricette vegetariane: cous cous di verdure

COUS COUS DI VERDURE

Il cous cous (o cus cus) è un primo veloce e facile da preparare. Si tratta di un alimento costituito dall'unione di granello di semola e di frumento cotti al vapore che, durante la cottura, aumentano il loro volume assorbendo l'acqua. È quindi severamente vietato per i celiaci, anche se in commercio sono disponibili alcune versioni gluten free. È un prodotto che viene coltivato soprattutto in Nord Africa (dove la sua preparazione ancora oggi segue una sorta di rituale) e in Sicilia Occidentale. Tradizionalmente viene accompagnato a verdure, oppure con prodotti ittici, con la possibilità di aggiungere un tocco piccante grazie al peperoncino.

Descrizione

Anche oggi, il cous cous è un piatto diffuso in tutto il bacino del Mediterraneo, quasi fosse una sorta di trait d'union di popolazioni tra loro molto simili. Se è possibile affermare che il cous cous è il piatto nazionale del Nord Africa, deliziose testimonianze arrivano dalla Francia, dal Belgio e dal Vicino Oriente. I chicchi di cous cous vengono realizzati con la semola, che viene idratata con acqua e lavorata manualmente fino al raggiungimento di piccole porzioni di forma sferica.

Successivamente, queste vengono "impanate" nuovamente nella semola asciutta e infine setacciate. Il prodotto raggiunto, qualora dove essere di dimensioni troppo esigue, viene nuovamente lavorato fino al raggiungimento delle dimensioni idonee. A San Vito lo Capo, ogni anno, si tiene un festival internazionale dedicato al cous cous, che sottolinea l'importanza e la poliedricità di questa pietanza nella dieta mediterranea attraverso la cucina di grandi chef e giovani promesse.

Ingredienti per 4 persone 

  • Cous cous precotto (grana media) 150 g
  • Acqua (o brodo vegetale) 300 ml
  • Olio extravergine di oliva bio Natura Felice 1 cucchiaio
  • Sale q.b.
  • Melanzane 180 g
  • Zucchine 180 g
  • Taccole o fagiolini 100 g
  • Pomodorino ciliegino 100 g
  • Carote 180 g
  • Menta 1 ciuffetto

Preparazione

  1. Lavate le verdure e tagliatele a cubetti
  2. Fate saltare le verdure in padella con un filo di olio extravergine di oliva
  3. Fate bollire l'acqua
  4. Versate l'acqua a filo sul cous cous e coprite con una pellicola trasparente
  5. Lasciate riposare il preparato per 2 minuti
  6. Unite il cous cous con le verdure e decorate con qualche foglia di menta.

La preparazione del cous cous con le verdure è semplice e veloce: la versatilità della preparazione risiede appunto nel suo sapore sfizioso e nel modesto apporto calorico, oltre che nella possibilità di gustare un piatto equilibrato. Prima di tutto occupatevi delle verdure: lavatele sotto abbondante acqua corrente e asciugatele.

Tagliate a cubetti le melanzane e le zucchine, dividete in quattro i pomodorini, pelate le carote e tagliatele a rondelle e poi a metà. Fate bollire i fagiolini o le taccole dopo averli privati delle due estremità e, quando saranno morbidi, scolateli e aggiungeteli alla preparazione delle altre verdure. Condite il tutto con un filo di olio extravergine di oliva. Passate ora alla preparazione del cous cous: dopo aver portato l'acqua a bollore, irrorate il preparato fino a coprirlo a filo (non sommergetelo).

Dopo pochi istanti noterete che i chicchi acquisteranno volume, assorbendo l'acqua. Se volete donare un gusto orientale alla vostra preparazione sarà sufficiente aggiungere - oltre ad un cucchiaio di olio extravergine di oliva - un cucchiaino di paprika o di curcuma prima di lasciar riposare la ricetta sotto ad una pellicola trasparente. Quando il cous cous avrà riposato per un paio di minuti potrete aggiungere le verdure e amalgamare delicatamente il tutto. Guarnite il piatto con un ciuffetto di menta che donerà un sapore fresco alla vostra ricetta.

Consigli e curiosità

Il cous cous si conserva perfettamente per qualche giorno in un contenitore ermetico, sia con il condimento che senza. Anche se la preparazione del cous cous può sembrare facile ed elementare è fondamentale evitare una serie di errori che potrebbero inficiarne il risultato finale: ad esempio è fortemente sconsigliato salare il cous cous a preparazione ultimata. Aggiungete il sale agli ingredienti (in questo caso alle verdure) o all'acqua, ma non fatelo mai direttamente sul derivato della semola. Inoltre dovete tenere presente che la maggior parte dei cous cous presenti in commercio (e quello che è previsto per la ricetta) è precotto.

In realtà il processo di cottura è più lungo e prevede un'apposita pirofila chiamata appunto coucoussiera. La pentola è predisposta per la cottura al vapore delle palline di semola che sarà pronto dopo almeno 30 minuti. Questo genere di preparazione è decisamente più lungo, ma sicuramente eviterà la creazione di grumi nel cous cous, come accade in quello precotto. Qualora dovessero crearsi degli agglomerati di materiale, non vi preoccupate: sarà sufficiente separarli delicatamente con l'aiuto di una forchetta, facendo attenzione a non rompere i singoli chicchi. La versatilità del cous cous risiede anche nella possibilità di utilizzarne una versione gluten free adatta quindi a coloro che sono celiaci.

Inoltre, qualora desideriate aggiungere una componente proteica al vostro preparato, potrete aggiungere i gamberetti. Una volta che li avrete bolliti, potrete aggiungerli alle verdure e poi al cous cous.