Cavatappi, bicchiere, bottiglia e decanter

BICCHIERI: LA SCELTA NON È POI COSI' SEMPLICE…

Di vetro, di plastica o di cartone. Bassi, lunghi o di design. Ad oggi ci sono davvero tantissime tipologie di bicchieri.

Ma quali sono le principali tipologie in commercio?

Per poter classificare i bicchieri con una maggiore tecnicità, occorre suddividerli in due grandi categorie, ovvero con o senza stelo. Ma vediamo come si suddividono e a che cosa servono questi bicchieri.

Bicchieri con lo stelo

  • Coppa da champagne: come indica il nome, questo bicchiere è adatto per lo champagne o per lo spumante
  • Coppe da cocktail: chiamata anche coppa Martini, è ideale per i cocktail short, ma anche per assaporare un delizioso caffè shakerato nelle calde serate estive
  • Flute: ottimo per servire dello spumante classico
  • Coppa spumante: questo bicchiere è ideale per servire dello spumante dolce
  • Baloon: questo bicchiere viene utilizzato per il cognac e per il brand
  • Calice da vino rosso: immancabile nelle case di tutti gli italiani, i calici per il vino rosso possono cambiare in base alla tipologia del vino (passito, liquorose, giovane, ecc…)
  • Tulipano: ideale per i vini bianchi e giovani oppure i rosati
  • Calici per la birra: i bicchieri per la birra possono essere tanti quanti le tipologie di questa bevanda. Da non confondere con i boccali.

Bicchieri senza stelo

  • Boccale da birra: come premesso, la birra prevede l'utilizzo di infinite varietà di bicchieri. Solitamente il boccale presenta un vetro molto più spesso rispetto a calici e bicchieri. Si utilizza per mantenere intatte delle caratteristiche specifiche di alcune birre
  • Bicchieri da birra: anche qui possiamo trovare un enorme quantità di bicchieri, adatti alle singole caratteristiche delle birre
  • Tumbler alto o highball: questo bicchiere è ottimo per i long drink, per le bibite e per servire l'acqua a tavola
  • Tumbler medio: ideale per aperitivi con il ghiaccio, succhi di frutta, centrifugati o aperitivi in bottiglietta
  • Tumbler basso: questo bicchiere è ottimo per i liquori, per le bevande o per i cocktail di media grandezza, acqueviti con ghiaccio e whisky lisci
  • Amen glass: questo piccolo bicchiere è ideale per assaporare un liquore liscio
  • Shot o cicchetto: questo bicchierino si utilizza per acquaviti o per i liquori che si devono bere con un solo sorso

Come mettere i bicchieri a tavola

Quando apparecchiamo la tavola per un compleanno o per un evento, ci capita molto spesso di non trovare la giusta posizione dei bicchieri a tavola.

Ma iniziamo dal principio. Secondo il galateo, per ogni posto a tavola dovrebbero esserci tanti bicchieri quanti ne verranno utilizzati durante il pasto. Se verranno serviti solo il vino rosso e l'acqua ne basteranno due, ma se i vini sono un bianco, un rosso e uno spumante, a tavola dovrete avere almeno 3 bicchieri da vino e uno per l'acqua. Nel caso gli spazi a tavola non fossero molti, potete limitarvi ad utilizzarne solamente due, ovvero un tumbler per l'acqua e un calice per il vino.

Per metterli a tavola in maniera ordinata occorre prima di tutto mettere a tavola le posate. Una volta fatto questo, possiamo iniziare con il primo bicchiere, ovvero quello dell'acqua, da collocare 2 centimetri sopra il coltello.

Nel caso si dovessero utilizzare più bicchieri, l'ordine più corretto per posizionare i bicchieri è:

  1. Tumbler per l'acqua
  2. Tulipano per il vino bianco
  3. Calice da vino rosso
  4. Flute

I bicchieri che abbiamo visto finora sono tutti realizzati in vetro ma, come anticipato all'inizio del nostro articolo, non sono fatti solo di questo materiale.

Il mercato offre infatti moltissime varietà di bicchieri, capaci di adattarsi alle esigenze di tutti.

In particolare, i bicchieri di plastica possono addirittura essere lavati e riciclati per creare delle vere e proprie opere d'arte. Come? Realizzando, ad esempio, un pupazzo di neve coi bicchieri, degli originali lampadari, dei colorati portapenne… insomma, alla fantasia non c'è limite!