Whiskey Sour, il cocktail estivo

WHISKEY SOUR

Per gli amanti dei drink dalle note acide, la famiglia dei Cocktail Sour rappresenta la scelta più ovvia quando si tratta di ordinare al bancone dei bar. Il Whiskey Sour fa parte, come si evince dal nome, di questa categoria in quanto possiede tutte le caratteristiche che tale genere richiede: infatti è composto da un distillato, succo di limone, il tutto dolcificato da uno sciroppo.

Descrizione

Il Whiskey Sour non è certo un drink complesso, anzi: vi serviranno solo pochi minuti per preparare per voi, o per i vostri ospiti, un cocktail dissetante, perfetto quindi da gustare dopo una giornata afosa. L'unico aspetto spinoso della ricetta sarà la qualità degli ingredienti, che dovrà essere ingente: in particolare prestate attenzione al limone, perché dovrà aver raggiunto una maturazione adeguata, in modo da non conferire alla bevanda un gusto eccessivamente acido, che potrebbe risultare sgarbato al palato.

Ingredienti

  • Whiskey 4,5 cl
  • Sciroppo di zucchero 1,5 cl
  • Succo di limone 3 cl
  • Cubetti di ghiaccio q.b.
  • Fetta di arancia 1

Preparazione

  1. Spremete il limone e filtratelo
  2. In uno shaker versate il succo di limone, il whisky, lo sciroppo e il ghiaccio
  3. Agitate lo shaker per circa 15 secondi
  4. Filtrate il contenuto dello shaker e versatelo nel bicchiere con del ghiaccio
  5. Guarnite il bicchiere con una fetta di arancia.

Il Whiskey Sour è un drink dal carattere deciso e dal gusto inconfondibile, dato dal connubio perfetto dei suoi pochi ingredienti. Per ottenere un risultato degno dell'intramontabile drink, dovrete compiere pochi e semplici passaggi. Prima di tutto occupatevi del succo di limone: spremete l'agrume e filtrate il liquido ottenuto in un colino dalle maglie fitte. Successivamente, in uno shaker, versate tale succo e aggiungete il whisky, lo sciroppo di zucchero e dei cubetti di ghiaccio.

Agitate lo shaker energicamente per circa 15 secondi e, fatto questo, filtrate la bevanda. Versate il composto nel bicchiere in cui servirete il drink: potrete scegliere quello che più vi aggrada, anche se quello più adatto - secondo la tradizione - è l'Old Fashioned. Per finire, decorate il cocktail con una fetta d'arancia o, in alternativa, con una ciliegina.

Come creare lo sciroppo di zucchero

Mettere in una padella 100 g di zucchero con 100 ml di acqua e portare a ebollizione mescolando il tutto per 5 minuti. Versare lo sciroppo in un vasetto e farlo raffreddare.

Consigli e curiosità

La nascita del Whisky Sour è avvolta da una nebbia di mistero; dove finisce il mito e inizia la storia, infatti, non è chiaro. La leggenda vuole che sia stato inventato da Eliott Stubb nella seconda metà dell'Ottocento, quando decise di aprire un bar in Cile. Fu proprio in quel piccolo bar, infatti, che fu shakerato per la prima volta questo storico cocktail. Questa versione viene smentita se si prende in considerazione una vecchia guida per barman - data alle stampe negli anni precedenti all'inaugurazione del bar di Elliot - dove viene menzionato il Whisky Sour.

Una versione che tiene conto di tale dato, però, asserisce che l'invenzione del Whisky Sour sia da attribuire all'ingegno dei marinai inglesi, a cui servivano drink che si adattassero ai lunghi periodi di navigazione. Per quanto riguarda le possibili varianti, potrete sostituire lo sciroppo con lo zucchero normale: in tal caso, il vostro drink si avvicinerà molto alla versione di Stubb. In alternativa, potrete aggiungere un eccentrico ingrediente alla lista tradizionale, l'albume d'uovo: se siete amanti degli esperimenti è quello che fa per voi. Infine, qualora vi piaccia particolarmente la frutta, aggiungetela come guarnizione, magari quella di stagione, che conferirà al drink ancora più dolcezza.