Foto ricette secondi piatti: scaloppine al limone

SCALOPPINE AL LIMONE

Le scaloppine al limone sono un secondo piatto veloce, delicato, ma soprattutto gustoso. Naturalmente per chi ama il gusto del limone. Il frutto dovrebbe essere ben maturo, per dare il maggiore profumo possibile e risultare poco aspro. Insomma, se desideriamo un secondo veloce e profumato, delicato e nutriente, non ci rimane che preparare le scaloppine al limone. Si tratta di tenerissime fettine di vitello, che sono in grado di rendere piacevole una cena semplice.

Descrizione

La carne di vitello è tra le più tenere che esistano, è una carne bianca, che si addice piacevolmente alla composizione del piatto finito. Anche altre tipologie di carne, come tacchino, pollo e maiale hanno questi requisiti e a volte danno più gusto alla pietanza.

Però il tipo di carne per fare le scaloppine deve essere rigorosamente il vitello. Il limone formerà una salsina densa e perderà il sapore aspro.

Ingredienti

Preparazione

  1. Spremete il limone e mettete da parte il succo
  2. Battete le fettine di carne per ammorbidirle avvolte nella carta da forno
  3. Infarinate le fettine di carne nella farina
  4. Fate rosolare in una padella capiente le fettine dove avrete fatto sciogliere il burro
  5. Aggiungete sale e pepe nero
  6. Aggiungete il succo di limone e fate cuocere per altri 2-3 minuti
  7. Servire ancora calde

Come sempre raccomandiamo di acquistare prodotti di prima qualità, per realizzare ottime ricette.
Solo ingredienti che accontentino anche i cuochi più esigenti, danno i migliori risultati.

Per preparare le scaloppine al limone cominciate intanto spremendo quest’ultimo per ricavarne il succo. Nonostante i grandi chef preferiscano la carne non battuta, vi consigliamo di battere le fettine per ammorbidirle.

Le batterete con l’aiuto di un batticarne, prima però andranno coperte da carta da forno per non rompere le fibre e non rischiare di rendere dura e filosa la scaloppina. Colpite con mano decisa ma senza troppa violenza una fettina alla volta per far sì che i tessuti si ammorbidiscano senza però stracciare la polpa.

Ora mettete della farina su un piatto grande ed infarinate entrambi i lati delle fettine di vitello.
Eliminate la farina che risulta essere in eccesso. Prendete quindi una padella o un tegame antiaderente. La padella o il tegame dovranno essere ampi, per avere spazio sufficiente alla cottura.

Mettete il burro nella padella e lasciate che si sciolga, mantenendo però la fiamma bassa. In questo modo il burro non cambierà colore e tratterrà maggiormente il suo sapore. Aggiungete una alla volta le fettine, e nel caso in cui non dovessero stare tutte nella padella, procedete con una seconda cottura, aggiungendo ancora burro se serve. Ricordatevi di alzare la fiamma e fate rosolare le scaloppine per un paio di minuti prima da un lato e poi dall’altro.

È arrivato il momento di aggiustare di sale e di pepe nero. Quindi, versiamo il succo di limone nella padella e lasciamo cuocere a fiamma dolce per 2-3 minuti. Non appena noteremo che la salsa inizia a rapprendersi diventando cremosa, potremo spegnere e servire subito le scaloppine al limone, ancora calde. In genere è opportuno consumare subito le scaloppine al limone. La carne lasciata a macerare nel liquido potrebbe indurirsi.

C'è chi filtra il succo del limone prima di aggiungerlo alle fettine di vitello, chi invece elimina solo gli eventuali semini e lascia la polpa.

Se dovete conservarle, mettetele in un contenitore idoneo dentro al frigorifero. Il contenitore dovrà essere igienico per alimenti e potersi chiudere ermeticamente. Non conservate le scaloppine al limone per un tempo superiore ad un giorno e non congelatele.

Consigli e curiosità

Questo piatto prelibato e semplice è ideale in ogni occasione, dalla cena tra amici, al pranzo in famiglia. È possibile profumare le scaloppine al limone con delle erbe aromatiche a piacere. Il rosmarino o il timo, la salvia, l'erba cipollina, il finocchietto selvatico andranno benissimo.

Se desiderate una salsa ancora più cremosa, vi basterà stemperare la punta di un cucchiaino di amido di mais nel sugo. Per avere una versione senza glutine, potrete utilizzare l'amido di riso per infarinare le fettine di vitello. Il piatto andrà presentato con l'aggiunta della salsa ed accompagnato con le erbette scelte.

Anche nel caso delle scaloppine, le varianti sono davvero moltissime. Chi le prepara semplicemente con del vino, chi aggiunge dei funghi o i piselli. Esistono molte variazione sulla ricetta base: scaloppine di pollo al vermouth o alla mediterranea, al limone e prezzemolo, alla pizzaiola, ai funghi porcini, al pesto, al Vin Santo, al balsamico, con acciughe e olive, in salsa agrodolce, scaloppine di lonza ai capperi, con arancia e acciughe, scaloppine di maiale alle mele o alla bolognese, scaloppine di vitello al mandarino, con zucchine e menta, scaloppine di mare. Insomma, ogni palato potrà essere soddisfatto!