Foto ricette dolci: tortino al cioccolato

TORTINO AL CIOCCOLATO

Il tortino al cioccolato è uno dei dolci monoporzione che costituisce una vera e propria tentazione per il palato. Grazie alla possibilità di prepararlo in anticipo, sarà un valido alleato per le cene con tante persone e, perché no, anche con i più piccoli. Potete gustare questo piatto in estate, appena estratto dal frigo e ricoperto da quale pallina di gelato; altrimenti potrete servirlo durante l’inverno guarnito con una crema calda ai frutti di bosco. Questi creeranno un contrasto dolce amaro che conquisterà anche i gusti più difficili. Per chi volesse scegliere una versione light, potrete assaporarlo con un the caldo aromatizzato alla cannella e zenzero.

Descrizione

Il tortino al cioccolato è un dessert delicato capace di addolcire tutti i palati, soprattutto quelli più esigenti. Grazie alla versatilità degli ingredienti, esistono numerose varianti del tortino al cioccolato: potrete infatti decidere di guarnirlo con gli ingredienti più disparati. Ecco quindi una versione con il cuore morbido di cioccolato. Per poter riuscire nella ricetta vi consigliamo di prestare particolare attenzione a imburrare e infarinare bene gli stampi di alluminio. Questo farà si che il dolce lieviti bene e si cuocia in maniera uniforme. Il composto per la preparazione del tortino al cioccolato può anche essere aromatizzato a piacere con della polvere di vaniglia, di paprica o di peperoncino. La ricetta in sé è molto semplice, ma è importantissimo seguire le istruzioni con attenzione in modo che il dolce risulti perfetto.

Ingredienti per 8 persone

Preparazione

  1. Spezzettate il cioccolato e fondetelo a bagnomaria
  2. Aggiungete e mescolate zucchero e burro
  3. Imburrate e infarinate anche gli stampini
  4. Aggiungete al composto tiepido le uova
  5. Mescolate con frusta elettrica
  6. Aggiungete la farina
  7. Versate il composto negli stampini
  8. Copriteli con della pellicola e mettete in freezer
  9. Dopo 4 ore infornateli a 220° in modalità statica per 15 minuti
  10. Estraeteli dal forno e capovolgeteli
  11. Spolverate sopra lo zucchero a velo

Prima di tutto spezzettate del cioccolato fondente di ottima qualità (possibilmente dal 75% in su). Fatelo fondere a bagnomaria e, quando sarà sciolto, aggiungete lo zucchero e il burro. Mescolate bene con un cucchiaio di legno finché il tutto non sarà sciolto e amalgamato. Nel frattempo imburrate e infarinate molto bene 8 stampini monoporzione in alluminio. Quando il composto risulterà tiepido, aggiungete le uova, una alla volta, e mescolate bene usando una frusta elettrica. Assicurandovi che il composto risulti omogeneo e privo di grumi.

Aggiungete al composto la farina setacciata e mescolate bene con una frusta elettrica. Versate il composto all'interno degli stampini precedentemente imburrati usando un mestolo con beccuccio e riempiendoli per 2/3. A questo punto coprite i tortini con della pellicola trasparente, riponeteli in freezer e lasciateli riposare per almeno 4 ore. Accendete il forno e fatelo riscaldare fino a raggiungere la temperatura di 220° in modalità statica. Quando il forno sarà caldo, togliete gli stampini dal freezer, infornateli e fateli cuocere per circa 15 minuti. Sfornate i tortini e capovolgete delicatamente gli stampini (facendo attenzione a non scottarvi), su dei piattini da dessert. Spolverizzateli con dello zucchero a velo finissimo e serviteli.

Consigli e curiosità

Consumate il dolce preferibilmente appena sfornato. Potete comunque conservare il tortino di cioccolato in frigorifero per 1 giorno coperto con della pellicola oppure decidere di congelarlo e utilizzarlo all’occorrenza. Basterà metterlo in forno qualche minuto prima di poterlo servire e farlo cuocere per circa 4 minuti. Potete inoltre rendere il tortino più saporito aggiungendo al centro un cuore di cioccolato bianco o fondente o anche aromatizzandolo con della scorza d’arancia, con del peperoncino, o con cannella e zenzero. Accompagnate questo gustoso dessert con del the alla cannella o alla vaniglia.

Ancora prima delle antiche civiltà dei Maya e degli Aztechi, famosi consumatori di cacao, erano il popolo degli Olmechi che usavano nella loro dieta una mistura ottenuta schiacciando i semi di cacao assieme a delle spezie ed erbe. Dopo di loro i Maya furono specialisti nell’utilizzo di questi frutti di cacao in cucina, macinandoli insieme a erbe e spezie. Quando gli spagnoli conquistarono il Messico rimasero piacevolmente colpiti dal sapore di una locale bevanda chiamata Xocolatl ottenuta dai semi di cacao sciolti in acqua calda. Era come una sorta di cioccolata calda. Questa bevanda però non era dolce perché il cacao nella sua forma pura e naturale è amaro