Foto ricette light: salmone al vapore con verdure

SALMONE AL VAPORE

Il salmone al vapore è una ricetta leggera che si adatta sia ad essere servita come secondo piatto, sia come base per il condimento di una pasta fredda - ideale quest’ultima per l’estate. Si tratta di una preparazione facile e veloce, che presuppone l’utilizzo di pochi ingredienti, ma di qualità. In questo senso dovrete preoccuparvi prima di tutto dell’origine del salmone: questa varietà ittica popola principalmente la zona settentrionale sia dell’Oceano Atlantico che del Pacifico, anche se tuttavia è stato introdotto dall’uomo in altre regioni del mondo.

Descrizione

Il salmone al vapore è un piatto che vi consentirà di unire le proteine, i sali minerali contenuti nel prodotto ittico e il gusto della materia prima di qualità. A differenza di quanto si possa pensare, si tratta di un alimento dal modesto apporto calorico a causa della presenza di proteine e grassi “buoni”: infatti 100 g di salmone contengono ben 183 kcal. Tuttavia, è opportuno tenere presente che il salmone è un pesce ricco di Omega3, componenti fondamentali per il nostro organismo. Presenta inoltre una discreta quantità di colesterolo, ragione per cui non è particolarmente indicato per coloro che registrano questo parametro alto nelle analisi del sangue. A prescindere da questi solo apparenti svantaggi, il salmone è un prodotto ittico che, grazie al suo sapore inconfondibile, saprà conquistare anche i palati più esigenti.

Ingredienti per 2 persone

  • Tranci di salmone Gourmet 2 tranci
  • Erbe aromatiche (rosmarino, alloro, aneto e timo)
  • Patate 1
  • Cipolla bianca ½
  • Peperoni 100 g
  • Zucchine 100 g
  • Sedano 50 g
  • Pomodori 100 g
  • Limone 1
  • Olio extravergine di oliva, sale e pepe q.b.
  • Acqua naturale 2 bicchieri

Preparazione

  1. Tritate finemente le erbe aromatiche
  2. Unitele all’olio e alla spremuta di limone
  3. Marinate il salmone per almeno 15 minuti in totale nelle erbe appena fatte
  4. Lavate e tagliate le verdure e le patate
  5. Separate la polpa dalla falda dei pomodorini: la prima deve essere frullata, la seconda a cubetti
  6. Preparate una pentola con acqua, 2 foglie di alloro e scorze di limone. Portate quasi a bollore
  7. Adagiate il salmone sul cestello di legno
  8. Fate soffriggere la cipolla e aggiungete le verdure (per ultima la patata)
  9. Quando il salmone è pronto, impiattate insieme alle verdure

Cominciate la preparazione del salmone al vapore tritando le erbe aromatiche con un coltello dalla lama piatta e ampia. Unitele poi a 6 cucchiai colmi di olio e al contenuto di un limone spremuto (non buttatelo poiché la scorsa vi servirà): mescolate per qualche secondo. Adagiate adesso i due tranci nel succo di limone con le erbe e lasciate riposare per 5 minuti; girate poi il pesce e lasciate agire per una decina di minuti. Nel frattempo lavate in maniera accurata le zucchine e le melanzane tagliandole a cubetti; pelate le carote e riducetele alla dimensione delle alte verdure.

Pulite il sedano ottenendo solamente il cuore tenero e affettate a pezzetti. Sbucciate ora la patata e tagliatela a fettine, riponendola in una ciotola con dell’acqua affinché non assuma una colorazione scura (questo accade a causa dell’ossidazione a contatto con l’aria). Passate alla preparazione dei pomodori (preferibilmente della varietà Pachino): separate la polpa dalla parte esterna e frullate il contenuto interno dell’ortaggio, mentre le falde dovranno essere ridotte a listarelle. Disponete in una padella la cipolla bianca e fatela dorare; ora aggiungete le verdure, inclusi i pomodori. Lasciate cuocere fino a quando la consistenza del preparato sarà - in generale - morbido ed invitante.

Nel frattempo riempite una pentola con acqua, alloro e le scorze del limone del quale avevate usate il succo per realizzare la marinatura del salmone. Quando avrà quasi raggiunto la temperatura di ebollizione, disponetevi sopra il cestino di legno nel quale avrete adagiato il salmone e coprite il tutto. Fate cuocere per almeno mezz’ora e, successivamente, impiattate il prodotto ittico guarnito insieme alle verdure. Potrete condire il tutto con il liquido della marinatura opportunamente filtrato.

Consigli e curiosità

Il salmone al vapore è perfetto se consumato ancora tiepido e raramente si può conservare oltre le 24 ore: infatti il pesce è ottimo se gustato appena cotto. La ricetta proposta è ideale per coloro che vogliono preparare un pranzo leggero per l’ufficio e abbinarlo con una piccola porzione di riso Basmati bollito con i semi integrali: in questo modo otterrete un pasto ancora più equilibrato e completo dal punto di vista nutrizionale.

Una variante della ricetta proposta consiste nella sostituzione dell’acqua con il the: infatti potrete mettete in infusione le erbe che vi piacciono di più nella pentola con l’acqua. In questo modo il salmone contenuto nel cestino di legno assorbirà, insieme al vapore di cottura, anche il sapore e le fragranze contenute nell’infuso.