Foto ricette primi piatti: pasta al forno

PASTA AL FORNO

La pasta al forno è uno di quei primi che rappresentano un grande classico della tradizione culinaria italiana. Esistono due varianti di questa ricetta, la più classica che prevede un condimento a base di ragù o sugo di polpette e provola e la versione bianca, condita con besciamella e formaggio.

Descrizione

Storicamente le due versioni bianca e rossa sono specchio di diverse tradizioni sviluppate nel Nord e Sud Italia. Se la pasta al forno come la conosciamo noi è tipica del Sud e retaggio dei sontuosi banchetti fatti di timballi tipici degli Arabi dominanti in Sicilia, al Nord il piatto era reso più “povero” rispetto ai pasticci di carne e, nelle corti rinascimentali, veniva condito solamente con la besciamella.

Sicuramente i protagonisti erano una pasta a taglio corto come rigatoni, ziti, penne o tortiglioni (in Sicilia venivano utilizzati gli anelletti per un risultato più simile a un timballo), una salsa con cui condire la pasta e il formaggio da alternare alla pasta prima di andare in forno a concludere la cottura.

Ingredienti per 4 persone

Per le polpette:

Per il sugo:

Preparazione

  1. Preparate le polpette con carne trita, prezzemolo, parmigiano, uovo e pangrattato. Regolatele con sale e pepe
  2. Preparate il soffritto di cipolla
  3. Dopo circa 10 minuti, aggiungete la passata di pomodoro, le polpette, sale e foglie di basilico
  4. Fate cuocere a fuoco lento per 30 minuti
  5. Rassodate le uova e, una volta pronte, eliminate il guscio e tagliatele a fettine
  6. Cuocete la pasta a metà cottura
  7. Accendete il forno a 180 °C
  8. Versate la besciamella sulla pirofila per creare il primo strato
  9. Create ripetutamente degli strati alternando la pasta, le polpette, uova, provola e parmigiano
  10. Stendete l’ultimo strato, ricominciando con la pasta, le uova, la provola concludendo con parmigiano e besciamella
  11. Cuocete per 20 minuti

Iniziate a preparare le polpette. Mettete in una ciotola capiente la carne trita mista, il prezzemolo, il parmigiano, l'uovo e iniziate a mescolare aiutandovi con un cucchiaio. Il composto risulterà piuttosto morbido. Ora aggiungete il pangrattato regolandovi autonomamente, lavorando il composto con le mani dovrà risultare compatto e non attaccarsi alle dita. Regolate di sale e pepe e formate tante piccole polpette.

Tritate finemente la cipolla e, nel frattempo, fate scaldare l'olio in una pentola antiaderente. Fate dorare la cipolla a fuoco lento poi mettete le polpette per rosolarle e fissare i succhi all'interno. Questo passaggio richiederà circa 10 minuti. Ora aggiungete la passata di pomodoro, mescolate bene, regolate di sale e aggiungete le foglie di basilico. Fate cuocere a fuoco basso e con il coperchio per circa 30 minuti.

Intanto fate rassodare le uova: mettetele in un pentolino ben coperte di acqua, portatele a bollore e cuoci per 8 minuti. Fatele raffreddare sotto acqua corrente, privatele del guscio e tagliatele a fettine (con l'apposito attrezzo per un lavoro ben preciso e fette uguali di dimensioni).

Fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata, tenendola però indietro di metà tempo di cottura. Finirà infatti di cuocere in forno. Scolatela e mettetela in una ciotola capiente per condirla con il sugo di polpette.

È tempo di preparare la pirofila da infornare. Accendete il forno a 180 gradi, così che arrivi a temperatura per tempo.
Ungete una pirofila con un paio di cucchiai di besciamella, componete il primo strato di pasta e polpette e aggiungete una parte delle uova (all'incirca metà), qualche cubetto di provola da spargere in maniera omogenea sulla pasta, il parmigiano e qualche cucchiaio di besciamella.

Stendete l’ultimo strato, ricominciando con la pasta, le uova, la provola concludendo con parmigiano e besciamella. Questa sarà la parte da gratinare in forno ed è meglio che il parmigiano sia sotto la besciamella per non bruciare. Infornate per 15 minuti poi accendete il grill e lasciate cuocere ancora 5 minuti o comunque fino a che la superficie non comincerà a gratinarsi.

Lasciatela riposare qualche minuto fuori dal forno prima di servirla.

Consigli e curiosità

La pasta al forno può essere preparata anche con un po' di anticipo. Prima dell'arrivo degli ospiti sarà sufficiente concludere la cottura in forno.

È importante sapere che si conserva ben coperta per un paio di giorni. Se gli ingredienti che avete usato sono tutti freschi potete congelarla, magari in comode monoporzioni. Quando volete consumarla, scongelatela completamente poi passatela in forno una decina di minuti.

Un'idea decisamente pratica è preparare la pasta al forno in comode pirofile monoporzione, ideali per una cena con amici.

In sostituzione alla scamorza potete usare il caciocavallo, la mozzarella o altri formaggi più delicati.